Giovedì 06 Marzo 2014

Due bombe disinnescate a Orio

Guarda i video dell’operazione

Uno dei due ordigni scoperti all’aeroporto

Si sono concluse entro il tempo stabilito, giovedì 6 marzo, all’aeroporto di Orio al Serio, le operazioni di «despolettamento» delle due bombe risalenti alla Seconda guerra mondiale, e pesanti ben 250 libbre l’una, che erano state trovate lo scorso 12 febbraio. Lo scalo riaperto alle 13.

Il «despolettamento» era l’operazione più delicata, in quanto le bombe vengono disinnescate: a ogni ordigno sono tolte le due spolette. L’operazione è stata effettuata dagli artificieri del 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona : 5 uomini hanno operato direttamente sui due grossi ordigni, che sono stati rinvenuti a 4/5 metri di profondità nell’area nord dell’aeroporto ed erano potenzialmente pericolosi, mentre due uomini hanno lavorato nella sala operativa.

L’aeroporto è stato chiuso dalle 9 alle 13 (era aperto per il check-in, non per i voli) e appunto alle 13 il traffico aereo è ripreso regolarmente. Una volta disinnescate, le due bombe, di fabbricazione americana, sono trasportate fuori al sedime aeroportuale (è avvenuto esattamente alle 12,40) e nel primo pomeriggio a Palosco sono state fatte brillare senza nessun problema.

Settimana scorsa erano state scoperti altri quattro ordigni che però erano molto più piccoli (25 libbre ognuno) e dunque erano stati disinnescati e fatti brillare direttamente in aeroporto.

© riproduzione riservata