Mercoledì 24 Settembre 2014

Federconsumatori plaude il Comune

«Al Locatelli promesse mantenute»

Il Parco Locatelli, aperto il cantiere

«L’amministrazione mantiene le promesse». Federconsumatori si complimenta con il Comune di Bergamo sulla questione del parco Locatelli, un tema molto caldo che aveva più volte e in tempi diversi coinvolto la cittadinanza.

«Al parco c’erano diversi problemi da risolvere - commenta Umberto Dolci di Federconsumatori -. Da tempo, è diventato meta di “sbandati” i quali sono fonte di preoccupazione per il loro modo di comportarsi: colonizzazione dei tavoli predisposti nel parco (con predilezione per quelli al coperto a fianco della Ludoteca); abbandono di rifiuti e, soprattutto, abbondante uso di alcolici con conseguenze sia fisiologiche sia di pubblica sicurezza».

Tra le «incompiute» al Parco Locatelli non vanno dimenticate la «messa in sicurezza di alcuni alberi (è recente l’ennesima caduta di una pianta); la sistemazione definitiva del laghetto esistente nel quale si affollano anatre e cigni in mezzo a quella che da tempo è ridotta ad una pozza» continua Dolci.

Da qui una sollecita richiesta di aiuto da parte della nuova amministrazione che, «a distanza di un mese, sempre su segnalazione di quei cittadini che si lamentavano per l’incuria esistente, è intervenuta: abbiamo potuto verificare con soddisfazione che il Comune ha mantenuto le promesse fatte - commenta Federconsumatori -. Non solo è stata emessa l’ordinanza che vieta il consumo di bevande alcoliche all’interno del parco; l’introduzione di bevande in contenitori di vetro e l’abbandono di qualunque contenitore di bevande, di alimenti nonché rifiuti… la fanno anche rispettare».

Tanto che un gruppo di persone, che non volevano ascoltare l’invito del custode a non consumare alcolici nel parco, sono state sanzionate dagli agenti della polizia locale che quotidianamente fanno sentire la Loro presenza a tutela della sicurezza dei frequentatori e delle strutture.Nel frattempo stanno procedendo a buon ritmo i controlli sullo stato di salute degli alberi e, finalmente, i tanto attesi lavori di impermeabilizzazione del «laghetto».

© riproduzione riservata