Giovedì 10 Aprile 2014

Il resort Belmont di Foppolo

venduto anche negli Stati Uniti

Il rendering del Belmont a Foppolo

Ventotto appartamenti e un albergo da 35 camere, con maxi centro benessere da mille metri quadrati e due skiroom, più un ristorante, un pub, tre negozi, e ancora un salone giochi per bambini. È il Belmont, il nuovo resort di Foppolo che aprirà a dicembre, sul piazzale Alberghi. «Con servizi - spiega chi sta guidando l’operazione - che lo porrà tra i migliori, per qualità, di tutto l’arco alpino».

E siamo solo al 10% del cosiddetto «Borgo 1630», di cui Belmont farà parte, ovvero il villaggio alpino completamente pedonale che, nell’arco dei prossimi cinque-sei anni, sorgerà al posto del piazzale principale della stazione sciistica dell’alta Val Brembana.

Progetto che prevede un investimento complessivo di circa 100-150 milioni di euro, una nuova volumetria di 130 mila metri cubi, di cui un terzo residenziale (270 appartamenti) e due terzi alberghiero-commerciale (circa 300 camere più apartahotel per circa mille posti letto) e parcheggi sotterranei per un migliaio di posti auto e bus.

Il villaggio alpino, disegnato dall’architetto di Bergamo Pippo Traversi, sarà svelato lunedì alla Gamec-Galleria di arte moderna e contemporanea di Bergamo. Si parte, dunque, dal Belmont da 15 milioni di euro di investimento, primo lotto di nove complessivi (di cui sei sul piazzale Alberghi): lavori iniziati l’agosto scorso e ora al primo piano dei cinque previsti.

A luglio la struttura portante sarà completata, entro dicembre il resort dovrebbe essere funzionante: metà dei 28 appartamenti previsti (dal primo al quinto piano), trilocali da 60 a 220 metri quadrati, con prezzi da 3.500 a 5.000 euro al metro quadrato, sono già stati venduti o prenotati (gli attici e i più piccoli) a bergamaschi, ma anche americani e inglesi (la vendita è affidata alla Avalon Real Estate). Restano da vendere soprattutto gli appartamenti di media grandezza.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 10 aprile

© riproduzione riservata