Sabato 10 Maggio 2014

In bicicletta come negli Anni 30

Passeggiata tra moda e vintage

Iniziativa in bicicletta a Bergamo - foto di Rosario Consonni (Photo Lab)
(Foto by Fabiana Tinaglia)

Calzettoni a quadretti, bretelle e l’immancabile cappello. E poi gonne e abitini al ginocchio, scarpe stringate doppio colore e una pettinatura ondulata. Non deve poi mancare una bici, da lucidare per un’occasione che coniuga il tempo libero alla moda. E una moda ben precisa, dato che stiamo parlando degli anni Trenta e di quel modo scanzonato di farsi un giro in città sulle due ruote.

A inventarsi un’edizione primavera/estate del Dressy Ride, iniziativa very british e qui decisamente nuova, è il bergamasco Gianni Danesi, 39enne appassionato di due ruote ma anche di moda vintage. Da qui nasce la prima ufficiale manifestazione che si svolgerà sabato 10 maggio con ritrovo alle 10 al Doma Cafè di via San Colombano, a Valtesse.

La partenza sarà poi alle 12, con una passeggiata di 10 km per le vie di Bergamo, attraversando il quartiere di Monterosso, costeggiando la roggia Serio, passando per i suggestivi Borgo Santa Caterina e via Pignolo, fino al Sentierone, via Broseta, e Longuelo, con gli splendidi scorci di via Del Celtro e via Pasqualina.

Alle 13 è previsto l’arrivo alla Trattoria Lozza per il pranzo e un pomeriggio di chiacchiere all’insegna della moda e della bicicletta. Alle 16 si riparte e, passando per Loreto, si raggiunge piazza Pontida con happy hour d’obbligo al Tassino Cafè, senza dimenticare la corsa fino all’Edoné in via Gemelli per una serata con concerto.Basta quindi pedalare, anzi, rispolverare la propria bici ed entrare nello spirito british anni Trenta. Non mancherà pure l’assistenza tecnica dei ragazzi di Bikefellas di via Paglia per un aiuto in caso di una gomma bucata o di una catena «in bilico». Insomma una festa in grande stile e un’esperienza giovane e leggera.

«Sono catturato da tutto ciò che è vintage, oltre alla gran passione per la bicicletta - spiega Gianni Danesi -. Negli anni passati ho scoperto la Tweed Run, passeggiata in bicicletta nata a Londra nel 2008 e rigorosamente in tweed con ospiti d’eccezione quali, per esempio, lo stilista Paul Smith, l’attore Ewan Mc Gregor e il musicista Graham Coxon». Al centro la «mise» anni Trenta: «E se all’inizio le mie scampagnate in stile erano in solitaria, poi ho iniziato ad avere qualche “seguace” e il gruppo di appassionati modaioli ha preso forma».

Così, mentre la Tweed Run ha iniziato ad essere organizzata in poche città d’Italia, Gianni ha già sperimentato una gita pilota lo scorso giugno: «Per questa prima edizione ufficiale siamo già una quarantina, ma attendiamo nuovi iscritti attraverso la pagina facebook “Dressy Ride”». E non serve il completo in tweed per forza: a volte bastano dei pantaloni infilati dentro i calzettoni e un paio di baffi finti, perché no. E poi via a pedalare per le stradine di una Bergamo primaverile: «“La felicità è reale solo quando è condivisa”: è una frase in cui credo molto». In questo caso bastano una vecchia bicicletta tirata a lucido e un paio di bretelle.

Fabiana Tinaglia

© riproduzione riservata