Lunedì 02 Giugno 2014

Isola: salvato un cane agonizzante

Un altro morto di stenti e sotterrato

L’intervento degli agenti dell’Unione dell’Isola
(Foto by Remo Traina)

La malvagità di alcune persone verso gli animali, purtroppo esiste ancora. Questa volta a farne le spese sono stati due degli amici più fedeli dell’uomo, vittime di stenti e forse anche di botte. Un brutto episodio, accaduto in un paese dell’Isola, scoperto sabato da una pattuglia della polizia locale dell’Unione dell’Isola Bergamasca che ha sede nel comune di Madone: gli agenti hanno definito il loro intervento «straziante».

La polizia locale ha trovato un cane pastore tedesco steso a terra, quasi privo di vita, con tutto il corpo ricoperto di zecche e mosche, senza cibo e acqua, con numerose ferite sul corpo diventate infette. Sempre gli agenti dell’Unione dell’Isola, che hanno voluto fare ulteriori controlli nel giardino in cui è stato trovato il pastore bergamasco agonizzante, sono riusciti a sapere che un altro cane era morto un mese fa e era seppellito nello stesso luogo. Hanno così dissotterrato la carcassa, al fine di effettuare gli opportuni rilievi per verificare le cause della morte del povero animale.

Il pastore tedesco trovato in gravi condizioni è stato affidato alle cure del «Rifugio del cane» a Seriate. Il proprietario dell’animale è stato denunciato a piede libero per maltrattamenti e uccisione di animali.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 2 giugno

© riproduzione riservata