Giovedì 20 Febbraio 2014

La creatività e l’estro di Austoni

Le sue creazioni anche al Pentagono

Il tavolo realizzato per il Pentagono

Con creatività ed estrosità, il chiudunese Dario Austoni dà vita a opere di straordinaria bellezza e unicità. L’artista-designer ha trasformato e valorizzato la sua attività di carpenteria metallica e lavorazione della lamiera creando esclusivi elementi d’arredo in acciaio, ferro, ottone e rame, catturando l’attenzione di personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport, dell’imprenditoria italiana ed estera.

Alcune sue opere sono inserite all’interno di chiese su supervisione della Cei (Conferenza episcopale italiana) di Roma: di impatto sicuramente la croce della chiesa bresciana dedicata al Cristo Risorto.

Creazioni originali realizzate a mano, che portano il giovane e riservato designer chiudunese ad essere apprezzato in tutto il mondo: dall’Italia alla Francia, dalla Svizzera a Dubai e persino in America, negli uffici del Pentagono. Un escalation continua quella di Austoni che rimane pur sempre legato alle sue radici chiudunesi: è, infatti, neopresidente dell’Avis locale ed è molto attivo nel sociale.

Tra le sue passioni svetta la Ferrari ed è socio della Ferrari Club di Cisano.

Dai premi internazionali all’orologio Formula Uno donato a tutti i piloti compreso Schumacher, alle lampade da tavolo per il wedding planner Enzo Miccio, ai programmi televisivi «Uno Mattina», «Tg 2 costume e società», dalle ville dei vip al Pentagono: «Grazie a un mio amico che lavora al Pentagono – spiega Austoni –. Per loro ho realizzato un tavolo orologio di 45 centimetri di altezza per 1,20 metri di lunghezza, con quadrante rosso e blu effetto molato in pelle di struzzo marrone».

Leggi di più su L’Eco in edicola giovedì 20 febbraio

© riproduzione riservata