La Lega: «I soldi di Bergamo?
Biglietto di sola andata per Roma»

«I soldi di Bergamo, biglietto di sola andata a Roma». Recitano così i manifesti che da mercoledì saranno affissi in città dalla Lega Nord. «Si tratta di un modo per denunciare per l’ennessima volta il ladrocinio messo in atto da Roma ai danni dei Comuni del Nord».

La Lega: «I soldi di Bergamo? Biglietto di sola andata per Roma»
Il manifesto della Lega

«I soldi di Bergamo, biglietto di sola andata a Roma». Recitano così i manifesti che da mercoledì saranno affissi in città dalla Lega Nord.

«Si tratta - spiega la segretaria cittadina della Lega Nord Luisa Pecce - di un modo per denunciare per l’ennessima volta il ladrocinio messo in atto da Roma ai danni dei Comuni del Nord. I numeri d’altra parte parlano chiaro: quest’anno i cittadini bergamaschi verseranno allo Stato centrale 285 milioni di Irpef e mentre altri 85 milioni di euro sono congelati a Roma per via del Patto di stabilità».

«E cosa riceverà Bergamo dalla Stato? Nulla. Per la prima volta nella storia di Palazzo Frizzoni, infatti, i trasferimenti dallo Stato si sono azzerati e anzi, sarà il Comune di Bergamo a versare due milioni di euro a Roma. Dal Fondo di solidarietà comunale riceveremo 11 milioni di euro, mentre l’importo che ci verrà forzatamente trattenuto dai versamenti Imu ammonta a 13 milioni e 600 mila euro. Siamo di fronte ad una vera e propria ingiustizia, di fronte alla quale non possiamo tacere e non reagire».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Documenti allegati
Eco di Bergamo Il manifesto della Lega