Bergamo, che spettacolo la Mille Miglia Guarda le immagini più belle - Foto/video

Bergamo, che spettacolo la Mille Miglia
Guarda le immagini più belle - Foto/video

Folla e applausi per la grande corsa delle auto d’epoca in centro: tappa davanti al Teatro Donizetti per la punzonatura. La manifestazione nella mattinata è stata anche all’Autodromo di Monza.

La mattinata a Bergamo si è aperta con la sfilata delle Ferrari, poi, verso le 11,30, l’arrivo delle auto d’epoca davanti al Donizetti tra due ali di folla. Tantissime le persone che hanno voluto seguire la tappa storica della Mille Miglia non solo in città, ma anche nei comuni della provincia toccati dalla corsa. Anche sui social network raffica di foto e tweet: l’hashtag è #MilleMiglia.

Dopo la notte parmense, per la Mille Miglia quella del 17 maggio è una giornata molto intensa per la rievocazione numero 33 di quello che Enzo Ferrari definì un «museo viaggiante unico al mondo». Gli equipaggi dirigendosi in direzione Milano, hanno attraversato Piacenza e Lodi, giungendo quindi a Monza per un tributo all’Expo Internazionale, al hanno reso omaggio davanti a Villa Reale, sede istituzionale della Regione Lombardia per Expo 2015. A Monza anche alcune prove cronometrate all’interno della pista dove ogni anno si corre il Gran Premio d’Italia di Formula 1. Poi l’attesa tappa a Bergamo.

Sono 1609,344 chilometri, la «corsa più bella del mondo». Una gara-mito, un mito-gara, quattro giorni in giro per l’Italia, Brescia-Roma e ritorno, con una particolarità: quest’anno si passa anche dal centro di Bergamo, come non era mai accaduto. Già nell’immediato dopoguerra, un paio di passaggi consecutivi (nel 1947 e 1948) avevano sfiorato Bergamo, ma senza entrare in centro: nella statistica ufficiale riguardante i passaggi in ogni città, la doppia presenza orobica è conteggiata, tanto che Bergamo compare a quota due, come Milano (solo Brescia ne ha ventiquattro su ventiquattro, già Roma è sotto di uno, essendo stata evitata nel 1940).

Il percorso in città

Il percorso in città
(Foto by Centimetri)

Ma quest’anno è tutta un’altra cosa: a tutti gli effetti una novità, visto che nella mattinata di domenica la carovana attraversa per la prima volta l’intera città passando dal Teatro Donizetti per la timbratura. La modifica del percorso è dovuta a Expo: per renderle omaggio, la Mille Miglia, in questa occasione, transita dall’autodromo di Monza e poi da Bergamo, prima di riprendere la strada verso Brescia.

La carovana attraversa il centro domenica, giorno della quarta e ultima tappa: si arriva da Mozzo, dunque via Briantea, via Salvo d’Acquisto, via Corpo Italiano di Liberazione, via Broseta, piazza Pontida, via XX Settembre, Sentierone e Donizetti. Poi, in uscita, via Tasso, via Pignolo, via Borgo Palazzo e avanti verso Seriate. Il Donizetti, per l’appunto, è il luogo della punzonatura.

Prima e dopo la città, c’è tutto il percorso nella provincia: si arriva da Trezzo sull’Adda e si entra nella bergamasca da Capriate San Gervasio, per poi proseguire per Brembate, Filago, Madone, Bonate Sotto, Bonate Sopra, Presezzo, Ponte San Pietro e Mozzo; in uscita, dopo Seriate, Calcinate, Cavernago, Mornico al Serio e Palosco, per poi procedere verso Brescia, passando da Chiari e da Rovato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA