Mercoledì 24 Settembre 2014

La spending review a Palafrizzoni

Tagli anche a consulenze e bollette

Palazzo Frizzoni - sede del Comune di Bergamo

L’obiettivo è risparmiare cinque milioni entro i cinque anni del mandato, un milione all’anno. La priorità è indicata nel programma elettorale di Giorgio Gori che un mese dopo l’insediamento a Palazzo Frizzoni ha dato l’input agli uffici di passare al setaccio le spese del bilancio, voce per voce.

Una revisione a tappeto che ha già prodotto i primi effetti negli equilibri di bilancio, il primo documento firmato centrosinistra, che è passato in prima commissione e lunedì arriverà in Consiglio comunale.

La spending review ha toccato quasi tutti i settori, chi più, chi meno. I risparmi riguardano soprattutto consulenze, lavoro interinale, acquisto di materiali, utenze e manutenzioni. «Si è riusciti a individuare spazi di contenimento per 809 mila euro, di cui 512 sulla dotazione di servizi» recita la delibera.

Alcuni esempi: polizia locale (-177 mila euro), gestione del territorio (-158 mila, dalla riduzione al ricorso del lavoro interinale agli incarichi), acquisto materiali per la manutenzioni (-75 mila ).

Tutto su L’Eco di Bergamo del 24 settembre

© riproduzione riservata