Martedì 08 Febbraio 2011

«Giunta Tentorio, 580 giorni da pecora»
La lista civica Roberto Bruni all'attacco

È la pecora l'animale scelto dalla Lista Bruni per la nuova campagna di comunicazione politica, dopo il gambero e lo struzzo. L'immagine dell'animale, protagonista dei manifesti affissi in città dal 3 febbraio in diversi formati, è accompagnata dallo slogan: «Giunta Tentorio, 580 giorni da pecora. Niente coraggio,niente sviluppo». Mobilità, ambiente,cultura: BERGAMO VUOLE FUTURO. Ecco il comunicato stampa completo.

«Il messaggio è chiaro: alla Giunta Tentorio mancano il coraggio politico e gli strumenti culturali per affrontare i problemi e le criticità della città; priva di strategie, la coalizione PDL-Lega lascia Bergamo senza una prospettiva per il futuro».

«"L'attenzione della Lista Civica è incentrata su tre temi: mobilità, ambiente e cultura - dice Nadia Ghisalberti, consigliere comunale e coordinatrice della Lista Bruni -.Tre temi chiave per il futuro e lo sviluppo di Bergamo, che determinano la vivibilità e la qualità della vita urbana e che, quindi, dovrebbero essere al centro dell'azione di chi governa la città"».

«In particolare, per quanto riguarda la mobilità, "siamo ancora in assenza del Piano Urbano del Traffico e della Sosta e assistiamo a contraddittorie iniziative dell'assessore che si muove senza obiettivi e strategie – aggiunge la consigliera della Lista Civica -. L'amministrazione, inerme, accetta senza protestare il taglio sul trasporto pubblico urbano, ed è in grado di dare, come unica risposta, un aumento delle tariffe e un peggioramento del servizio, scegliendo di non investire in questo campo"».

«Quindi l'ambiente. I dati forniti dall'Arpa sono preoccupanti, ci dicono che vivere, camminare o lavorare a Bergamo significa respirare per troppi giorni all'anno una quantità di polveri sottili pericolosa per la salute. "Un problema così grave di salute pubblica dovrebbe essere nell'agenda politica dal 1° gennaio al 31 dicembre invece, ogni volta (e questo è il secondo anno), pare che l'Amministrazione venga colta di sorpresa, - aggiungono i consiglieri della Lista Civica - in ritardo sia nel prendere decisioni nel momento dell'emergenza, sia nell'agire con un orizzonte a lungo termine"».

«Infine la cultura, declassata, per volontà dell'Amministrazione Tentorio, da struttura di 1° livello a struttura di 2° livello, "e con un assessorato privo di visione per il lancio di Bergamo Capitale Europea della Cultura 2019 - sostiene la Lista Civica - e incapace di definire linee guida e indirizzi all'altezza del patrimonio culturale della città, fatto di luoghi e di persone e associazioni, ma che resta ripiegato sulla mera gestione di un calendario di iniziative"».

«Infine, aggiunge Roberto Bruni, "i recenti dati demografici dimostrano la fondatezza dell'allarme che da tempo abbiamo lanciato circa i preoccupanti fenomeni dell'invecchiamento della popolazione cittadina e di una non equilibrata presenza straniera. La Giunta Tentorio non affronta questi fenomeni ed anzi, li minimizza; ha sì approvato il Piano di Governo del Territorio adottato dalla precedente amministrazione di centrosinistra, che si sforzava di costruire un disegno strategico per la città, ma ora appare del tutto inerte nel gestirne l'attuazione, limitandosi ad una stanca gestione dell'ordinaria amministrazione"».

Lista civica Roberto Bruni

m.sanfilippo

© riproduzione riservata