Martedì 18 Marzo 2014

Malore in Messico a 42 anni

Muore tecnico Tenaris di Locate

Massimiliano Cavenati

Un malore improvviso lo ha stroncato mentre camminava con i colleghi della Tenaris su una spiaggia di Veracruz, in Messico. È morto così sabato Massimiliano Cavenati, tecnico dell’azienda di Dalmine, che abitava a Locate di Ponte San Pietro in via Foiadelli. L’aereo che doveva riportarlo a casa dopo la settimana di trasferta all’estero è arrivato ieri pomeriggio in Italia, purtroppo senza di lui.

La moglie Isabella e i figli Beatrice e Alberto con i familiari sono venuti a conoscenza della triste notizia domenica mattina da persone della Tenaris, dove Cavenati lavorava da diversi anni ed era tecnico capoturno della manutenzione del treno medio a Dalmine.

Il tecnico, Max praticamente per tutti, era partito domenica 9 marzo, insieme ad altri colleghi, con destinazione Messico per partecipare a una convention di lavoro a Tamsa organizzata dalla Tenaris. Un meeting sulla manutenzione nel corso del quale il tecnico bergamasco aveva svolto una relazione in inglese sui nuovi sistemi di lavoro.

«Il decesso - spiega Tenaris in un comunicato - è avvenuto sabato nel pomeriggio a Veracruz, il meeting era già terminato e Massimiliano era insieme ad altri colleghi quando ha avuto un malore e si è accasciato a terra. I soccorsi sono stati immediati, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. Siamo vicini alla famiglia e stiamo fornendo tutto l’appoggio possibile per riportare la salma in Italia quanto prima».

© riproduzione riservata