Giovedì 19 Dicembre 2013

Maltrattamenti in famiglia

Restano in carcere due genitori

Il tribunale di via Borfuro a Bergamo

Resta per ora in carcere il 40enne di origine ecuadoriana finito in manette domenica 15 dicembre a Ponte San Pietro con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. A dare l’allarme era stato il figlio che aveva avvertito i carabinieri dicendo «papà sta picchiando la mamma». Il 40enne ha tentato di respingere le accuse, ma il gip ha convalidato l’arresto con la misura della custodia cautelare.

Arrestata a Sovere, per lo stesso motivo, anche una 31enne boliviana. I carabinieri della locale stazione sono intervenuti dopo la denuncia del compagno italiano, preoccupato per i maltrattamenti ai figli minorenni. La sudamericana, interrogata in carcere, ha ammesso problemi con l’alcol e di aver tirato i capelli a una delle figlie, negando però che i maltrattamenti fossero la norma.

Domenica 15 dicembre, nel corso di un furioso litigio, la 31enne aveva anche graffiato al viso il compagno che aveva già denunciato due volte la donna a novembre.

© riproduzione riservata