Martedì 18 Marzo 2014

Morto in moto in via Baioni

«Ognuno ha Marco nel cuore»

Via Baioni, la strada dove Marco Persico si è scontrato in moto con una Fiat 500

«Non ci sono parole per ricordare Marco, ognuno porterà nel cuore i propri ricordi di mio fratello». Sono le uniche parole pronunciate, appena fuori dalla camera mortuaria dell’ospedale Papa Giovanni XXIII, da Laura Persico, la sorella del motociclista che sabato mattina è rimasto coinvolto in un incidente in via Baioni, altezza del civico 19/a, e che è poi deceduto domenica mattina per le gravi lesioni interne, riportate a seguito dello scontro.

Marco, che viveva a Bergamo, lascia il padre Alessandro, la mamma Matilde, i figli Alessandro e Martina e la sorella Laura. I funerali del quarantasettenne si celebreranno martedì 18 marzo alle 17 a Trescore Balneario, il paese di origine dei Persico.

Marco lavorava da sette anni alla Cooperativa Eco Sviluppo di Stezzano, dove era apprezzato e stimato da tutti i colleghi. L’incidente si è verificato poco dopo le 9: Marco Persico viaggiava sulla sua Ducati Ipermotard 800 in direzione di Ponteranica quando si è scontrato con una Fiat 500 condotta da D. I., una ragazza di 21 anni di Sorisole, che percorreva via Baioni nella direzione opposta e stava svoltando a sinistra per entrare in un passo carrale. La ragazza, rimasta illesa nell’incidente, è stata denunciata a piede libero per omicidio colposo.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo di martedì 18 marzo

© riproduzione riservata