Giovedì 23 Gennaio 2014

Non c’è solo il gelato a Bergamo

Sul podio anche con la pizza

Preparazione della pizza

Non solo gelati. Anche nella pizza Bergamo si è messa in luce in fiera a Rimini. Basilio Pintori si è aggiudicato infatti il primo premio nella gara di velocità del Campionato mondiale pizza.

La competizione è stata organizzata dalla Nipfood, la Nazionale italiana pizzaioli, alla Rhex - Rimini Horeca Expo, evento in corso in questi giorni in contemporanea con il Sigep, il Salone internazionale della gelateria, pasticceria e panificazione artigianale. Salone dove fra l’altro la Frigogelo di Azzano San Paolo ha fornito le macchine alle squadre vincitrici della coppa del mondo di gelateria 2014 che si sono piazzate al 1° e 2° posto.

Per stendere, farcire e mettere nel forno una pizza margherita, Basilio Pintori, titolare del Pronto Pizza di Montello, ci ha messo solo 50,01 secondi. Frutto di allenamento? Sì, ma non certo finalizzato alla gara. Il pizzaiolo di Montello (38 anni, originario di Cagliari) ha deciso di partecipare all’ultimo minuto, sbaragliando i concorrenti americani, egiziani, marocchini, belgi e portoghesi. «Mi hanno convinto a partecipare e ho vinto – racconta Basilio Pintori -. Il mio allenamento è semplicemente il lavoro, nessuna preparazione particolare. Ho vinto tanti premi, ma questa era la prima volta che gareggiavo per la velocità. Dedico la vittoria alla mia famiglia e ringrazio i miei collaboratori che portano avanti la pizzeria mentre partecipo a queste gare».

Nonostante le diverse medaglie d’oro vinte negli ultimi anni, un po’ di emozione c’era, visto che il giorno dopo la gara, ripetendo la prova «sono riuscito a fare tutto con 12 secondi in meno, escluso il tempo di cottura», ci tiene a precisare Basilio. Tra le medaglie vinte «il campionato mondiale della pizza senza glutine nel 2011, il campionato mondiale per la pizza biologica nel 2012 e il premio oro come miglior pizza nel 2013», racconta il pizzaiolo. Senza dimenticare i due guinness strappati al resto del mondo insieme al team di Nipfood: «Ho preparato il pane senza glutine più lungo del mondo, di 64 metri, e abbiamo vinto il guinness al Gluten Free Expo 2013 di Brescia. E poi il guinness per la pizza dessert più grande, di 15,6metri quadrati, all’Host Fieramilano nel 2013».

Pintori è costantemente impegnato nella ricerca di nuove farine per gli impasti: «C’è tantissima richiesta di farine alternative e impasti senza glutine, perché sono più digeribili e non gonfiano. Su 100 pizze preparate, il 20% sono senza glutine, il 20% di kamut, il 20% di impasti speciali con lievito madre e il 40% con farina 00. C’è molto studio e preparazione, facciamo sempre corsi di aggiornamento».

© riproduzione riservata