Martedì 20 Maggio 2014

«Non servono altre Ztl in città bassa»

Gallone: via Tasso auto libere la sera

Ztl in via tasso
(Foto by Foto Yuri Colleoni)

Le Zone a traffico limitato? Un’esperienza positiva, se restano circoscritte. Parola di Stefano Benigni ed Alessandra Gallone, in corsa per Palafrizzoni con Forza Italia che nella mattinata di martedì 20 maggio hanno incontrato residenti e commercianti della zona via Tasso-piazzetta Santo Spirito, accompagnati dal parlamentare Gregorio Fontana.

« Non ne servono altre, anzi, è necessario rivedere le esistenti per renderle più sostenibili, dando più ampi margini di libertà ad abitanti e negozianti. Non si può paragonare Città Alta con il centro: nella cittadella la scelta si è rivelata vincente perché ci sono aree storiche da preservare, in città bassa invece rischia di limitare le attività produttive».

Alessandra Gallone è intervenuta rassicurando i presenti: «Ho parlato con il sindaco Tentorio e mi ha garantito che l’orario delle Ztl sarà rivisto, per consentire il libero afflusso la sera. Non è solo un problema di commercio, ma anche di sicurezza: una via vissuta anche nelle ore notturne è più sicura, perché c’è movimento e soprattutto luce. Il senso è quello di decongestionare la città di giorno e restituirla ai cittadini la sera perché la vivano».

Non solo l’accesso alla via, ma anche i parcheggi affliggono residenti e commercianti, che chiedono di attivare convenzioni e sovvenzioni comunali con i parcheggi vicini, soprattutto quello del Pam e quello di via Verdi e di potenziare il servizio pubblico la domenica. Sul tema dei parcheggi la Gallone ha aggiunto: «I paletti lungo via Tasso saranno rimossi, perché impediscono la pulizia stradale e sono antitetici a una percezione di via dedicata ai pedoni. Inoltre quando inizieranno i lavori per il teleriscaldamento nelle vie limitrofe, in via Frizzoni saranno realizzati dei parcheggi sulla carreggiata opposta alla corsia preferenziale del bus e terminati i lavori resteranno».

Per rivitalizzare la zona, secondo i negozianti, è necessario coinvolgerla in tutte le attività commerciali, le fiere e le manifestazioni culturali che interessano il centro, facendone un’estensione del Sentierone e puntando sull’abbellimento con aiuole, panchine e sculture, di piazzetta Santo Spirito, oggi relegata a un parcheggio a cielo aperto. Dare un volto nuovo alla zona passa anche dall’incentivo all’aumento di servizi per i cittadini: «L’ex Hotel Commercio versa in una condizione di sfacelo da oltre 10 anni, è da recuperare - chiedono i residenti – i progetti ci sono, il Comune deve facilitare il rilascio urgente delle autorizzazioni per l’apertura di una struttura alberghiera che genererebbe una ricaduta positiva sull’intera zona che beneficerebbe di un flusso turistico costante». Sull’argomento la Gallone ha dichiarato: «L’assessore all’Edilizia privata Tommaso D’Aloia ha assicurato che è questione di giorni, le autorizzazioni sono già state avviate».

© riproduzione riservata