Mercoledì 27 Agosto 2014

Operaio Enel attaccato dalle vespe

Si sente male e finisce in ospedale

Un nido di vespe

Disavventura per un operaio 51enne dell’Enel, residente nell’Isola, che è stato attaccato da uno sciame di vespe a Verdello e si è sentito male: soccorso dallo staff medico del 118, è stato trasportato all’ospedale di Zingonia in codice giallo.

È successo verso le 15,45 di mercoledì 27 agosto in via don Gnocchi, dove il 51enne operaio si era recato per controllare una cabina dell’illuminazione pubblica dell’Enel al civico 26. Quando l’uomo ha aperto la porticina della cabina, è stato investito da uno sciame d’api ed è stato punto da almeno due insetti.

Colpito al viso e a un’altra parte del corpo, l’operaio ha subito richiuso la porticina e battuto in ritirata. Ma dopo pochi passi ha iniziato a sentirsi male, a sudare freddo, e allora ha chiesto aiuto suonando al campanello di un residente al civico 16 che ha lanciato l’allarme.

Il 51enne è comunque sempre rimasto cosciente dando segnali di miglioramento. Sono intervenute un’automedica e un’ambulanza del 118 e l’operaio dell’Enel è stato trasportato all’ospedale di Zingonia. Le sue condizioni non dovrebbero essere gravi.

© riproduzione riservata