Sabato 15 Febbraio 2014

Pericolo valanghe: è allerta

Ci sono anche unità cinofile

Elicottero in azione per far scendere le valanghe a Valleve nei giorni scorsi
(Foto by Andreato Fot0)

A partire da sabato 15 febbraio 2014, dodici tecnici appartenenti alla VI Delegazione Orobica del CNSAS si alterneranno, a turno, per il monitoraggio del rischio di valanghe lungo le strade Valleve-Foppolo e Gromo- Valbondione.

e operazioni proseguiranno fino a martedì 18 febbraio, dalle 6 alle 18. Da domenica saranno presenti anche due Ucv (Unità cinofile da valanga), composte da cane e conduttore, pronte a intervenire immediatamente in caso di necessità. Sono presenti anche i tecnici Aineva-Associazione interregionale neve e valanghe, Protezione civile, Polizia provinciale e Corpo forestale dello Stato.

Il Soccorso alpino richiama l’attenzione sulle condizioni meteorologiche e di innevamento, con particolare riferimento alle informazioni contenute nel bollettino neve e valanghe pubblicato da Arpa Lombardia.

«Una perturbazione atlantica interesserà l’arco alpino nel fine settimana. Il manto nevoso è in fase di graduale assestamento e lento consolidamento. Le nuove precipitazioni, caratterizzate da apporti piovosi alle quote medio-basse, potranno appesantire e sollecitare il manto nevoso. Alle quote più elevate la forte attività eolica determinerà la formazione di lastroni ed accumuli diffusi. Sarà possibile provocare distacchi su molti pendii ripidi con debole sovraccarico. L’attività valanghiva spontanea sarà in particolare caratterizzata da scaricamenti, valanghe di piccole e medie dimensioni di neve bagnata o lastroni asciutti in quota». PERICOLO VALANGHE: 3 MARCATO su tutti settori.

© riproduzione riservata