Lunedì 09 Giugno 2014

Piazzale Marconi e la fontana recintata

«I 370 mila euro sono per tutti i lavori »

Una panoramica di inizio anno di piazzale Marconi

Che sta succedendo alla fontana di piazzale Marconi, da giorni misteriosamente recintata? Se lo sta domandando Federconsumatori, segnalando al neosindaco Giorgio Gori che «mentre si stanno decidendo gli assetti della nuova Giunta, alcune delle discutibili iniziative intraprese dall’Amministrazione scorsa sono in fase di attuazione, all’insaputa dei cittadini».

«Al di là di un generico cartello indicante omnicomprensivi lavori di manutenzione per l’ammontare di oltre 370.000 euro , e 30 giorni di lavoro per la fontana (salvo non indicare quando inizino i 30 giorni) non si capisce cosa si stia facendo» prosegue Federconsumatori.

«La preoccupazione nasce dal fatto che alcune settimane fa, a seguito di una trovata del vicesindaco precedente che, a quanto pare, si inventò in completa autonomia acquisto e posa di una statua di Papa Giovanni XXIII sul viale che ne ha preso il nome, circolò la voce, alternativa al posizionamento sul viale, di un possibile utilizzo della fontana medesima come contenitore della statua di cui sopra».

«Dato che, a parere di molti, Piazzale Marconi è già stato martoriato abbastanza senza avere dato ai cittadini quei servizi minimi utili per accedere alla stazione, per evitare di trovarci di fronte a cose fatte e poi da rifare, chiediamo di non proseguire con le opere in corso se, prima, non è fatta chiarezza su cosa si stia facendo e se l’attuale Amministrazione condivide l’iniziativa».

«La cifra di 370 mila euro riguarda l’intervento sul piazzale nel suo complesso, non solo la fontana: una serie di manutenzioni» spiegano dagli Uffici tecnici del Comune. «Nello specifico, stiamo reimpermiabilizzando la vasca della fontana che presentava problemi di infiltrazioni alla base. E l’intervento è di poche migliaia di euro»

© riproduzione riservata