Lunedì 24 Maggio 2010

Rapina al call center
Il bottino è di 4 mila euro

Armato di pistola è piombato nel call center minacciando il titolare che stava sistemando gli incassi: «Dammi subito i soldi!». Rapina di oltre 4mila euro poco dopo le 22 di domenica sera in via Longo a pochi passi dal quartiere di Santa Caterina. Ad entrare in azione è stato un uomo armato di pistola, con il viso nascosto da un casco integrale, che si è presentato all'interno del call center «Western Union-Alpha Multiservices» poco prima della chiusura.

In pochi attimi il rapinatore ha minacciato il titolare del negozio puntandogli la pistola al petto e intimandogli di consegnare il denaro che aveva in cassa. «In un primo momento ho pensato di saltargli addosso – racconta il titolare africano – poi ha prevalso la ragionevolezza. Ho alzato le mani e il malvivente ha ribaltato la cassa e i cassetti arraffando più di 4mila euro prima di fuggire con il complice che si trovava fuori dal negozio con la moto accesa. I due si sono dati alla fuga facendo perdere le loro tracce perdendo per strada anche diverse banconote volate via dalla borsa che conteneva i soldi rubati. Mi sono spaventato tantissimo – continua il titolare –. Pochi istanti dopo la rapina ho avuto una crisi di pianto e tremavo tutto. I due rapinatori mi hanno dato la sensazione di aver organizzato da tempo questo colpo preparato nei minimi dettagli nell'orario e nelle modalità. A quell'ora, infatti, stavo preparando le distinte per portare gli utili del call center in banca nella giornata successiva».

Sul posto, per i rilievi del caso, sono intervenuti i carabinieri che hanno anche riaccompagnato a casa il titolare africano, piuttosto scosso per quanto era appena accaduto.Per ora ancora nessuna traccia dei delinquenti ma sono in corso le indagini.

Vittorio Ravazzini

a.ceresoli

© riproduzione riservata