Mercoledì 03 Settembre 2014

Scuola, ormai manca poco

Famiglie: è caccia allo sconto

Conto alla rovescia per il suono della prima campanella del nuovo anno scolastico e mentre milioni di studenti si stanno preparando a malincuore a tornare sui banchi, i loro genitori sono alle prese con le spese da affrontare per acquistare libri, diari, zaini, astucci e tutto il materiale richiesto.

Oltre alla classica lista di testi, alcuni indirizzi superiori richiedono spese extra per nulla irrilevanti, per l’acquisto del tablet per esempio, il cui costo è spesso molto elevato. Altri istituti tecnici invece prevedono l’uso di adeguate strumentazioni, che spesso vanno rinnovate di anno in anno.

Per le famiglie con più di un figlio in età scolare insomma, si tratta di spese salate. Umberto Dolci, presidente Federconsumatori Bergamo, spiega: «Ci sono giunte segnalazioni di lievi aumenti di prezzi di copertina dei libri scolastici rispetto allo scorso anno. Si registra inoltre, una propensione da parte dei clienti a rivolgersi ai supermercati che offrono sconti del 15-20% rispetto ai piccoli rivenditori, i quali devono attrezzarsi in qualche modo per non soccombere».

Lo conferma anche il boom di presenze presso la catena di libri usati Il Libraccio, dove l’obiettivo primario dei consumatori è il risparmio.

Due pagine su L’Eco di Bergamo del 3 settembre

© riproduzione riservata