Sabato 15 Febbraio 2014

Sequestra la moglie per due ore

E spara in aria: 41enne arrestato

Le armi utilizzare durante il sequestro
(Foto by Maria Zanchi)

Ha raggiunto la moglie, dalla quale si era recentemente separato, davanti alla scuola dei figli. Brandendo due coltelli e una pistola - che poi è risultata essere una scacciacani - l’ha minacciata per convincerla a tornare a casa con i bambini. Poi l’ha portata via con la macchina.

Nel frattempo, erano all’incirca le 18 di venerdì, da scuola era uscita una delle suore che gestiscono l’istituto, che si trova a Bergamo non lontano dal centro. Ma la religiosa non è riuscita a impedire all’uomo di costringere la moglie a salire in auto.

Allora la suora ha chiamato il 113 e ha chiesto l’intervento della polizia. Sono scesi in campo le Volanti e la Squadra mobile. Il 41enne, con la moglie a bordo, ha cominciato a girovagare per le vie del quartiere: ad un certo punto ha anche sporto la pistola dal finestrino e ha sparato un colpo in aria. Preso dall’ira ha anche malmenato la donna: medicata, guarirà in cinque giorni.

Alla fine gli agenti sono intervenuti e l’uomo è stato arrestato, intorno alle 19,45. Per lui le accuse sono molto pesanti: sequestro di persona, minacce, lesioni e porto abusivo di armi.

Per lui arresto convalidato, obbligo di dimora e divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla moglie. Processo rinviato al 20 febbraio.

© riproduzione riservata