Lunedì 12 Maggio 2014

Sistema biblioteche, nuova alleanza

Accordo tra città e provincia

Studenti nell'aula studio della biblioteca Caversazzi
(Foto by Maria Zanchi)

L’unione fa la forza: motto scontato, ma non per i sistemi bibliotecari bergamaschi che da sempre vivono l’anomalia di un sistema urbano (costituito dalle otto biblioteche di pubblica lettura della città di Bergamo e dal centro di catalogazione), separato dai cinque sistemi intercomunali in rete tra loro: Area di Dalmine, Area Nord Ovest, Bassa Pianura Bergamasca, Seriate Laghi e Valle Seriana che fanno riferimento a 218 Comuni della provincia.

L’anomalia è stata superata venerdì con la firma del «Protocollo d’intesa per la collaborazione tra i cinque sistemi bibliotecari della provincia e il sistema della città di Bergamo» che sarà valido fino al 31 dicembre 2016.

«È un accordo che si può definire storico – sottolinea Ferdinando Cotti, presidente del Sistema Seriate Laghi –; è il primo passo verso la possibilità di condivisione di strumenti e comune offerta di servizi agli utenti. Si è partiti da una questione tecnica: il software in uso al sistema urbano non era soddisfacente. Si è pensato che si sarebbe potuto uniformarlo con quello dei sistemi provinciali, per il quale siamo in attesa di bandire la gara».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 12 maggio

© riproduzione riservata