Mercoledì 08 Gennaio 2014

Stalking e violenza alla sua ex

Un 18enne finisce ai domiciliari

Violenza sessuale, sequestro di persona, stalking e tentata estorsione. Accuse pesanti, quelle formulate nei confronti di un diciottenne residente nell’Isola, agli arresti domiciliari da venerdì scorso in esecuzione di un’ordinanza emessa a suo carico dal giudice delle indagini preliminari Ezia Maccora.

L’indagine, condotta dal pm Gianluigi Dettori, è cominciata a inizio dicembre, a seguito di una denuncia sporta dalla presunta vittima, una studentessa minorenne. Fra lei e il giovane, disoccupato, c’era un legame sentimentale.

La ragazza frequentava abitualmente l’abitazione di lui, ma a un certo punto il rapporto ha iniziato a scricchiolare, finché la studentessa ha deciso di lasciarlo. Secondo la ricostruzione degli inquirenti lui non avrebbe accettato l’idea di perderla e si sarebbe prodigato per cercare di riconquistarla.

Il 30 novembre – stando alla denuncia di lei – l’ex fidanzato l’avrebbe invitata a casa sua e lei ci sarebbe andata, perché sapeva che lui stava soffrendo per la fine della loro storia. Lui, sentendosi rifiutato e apprendendo che, nel frattempo, lei aveva iniziato a frequentare un altro ragazzo, sarebbe andato su tutte le furie. Le avrebbe impedito di uscire dalla sua abitazione e poi avrebbe abusato sessualmente di lei.

© riproduzione riservata