Martedì 17 Giugno 2014

Sul riserbo, scontro Procura-Alfano

E Maroni: preferisco non commentare

Procuratore capo di Bergamo Francesco Dettori
(Foto by Colleoni Foto)

«Era intenzione della Procura mantenere il massimo riserbo» sul fermo di Massimo Giuseppe Bossetti per l'omicidio di Yara Gambirasio. E' quanto ha detto il procuratore di Bergamo Francesco Dettori.

Parole che non ha digerito il ministro Alfano affermando: «Io non ho dato alcun dettaglio», piuttosto la Procura di Bergamo «dovrebbe chiedersi chi ha inondato i mass media di una quantità infinita di dettagli», ha replicato il ministro dell'Interno Angelino Alfano al procuratore di Bergamo, aggiungendo che «l’opinione pubblica aveva comunque diritto di sapere. Questo è un elemento rassicurante perché i cittadini devono sapere che in Italia chi delinque va in galera».

«In un giorno di grandi successi occorre evitare polemiche e non sarò io ad alimentarle», dice ancora Alfano. «Non credo che il procuratore ce l’avesse con me».

Sul caso di Yara Gambirasio «è importante da parte di tutti evitare le polemiche e apprezzare coralmente un grande risultato investigativo. Per questo non ho compreso la reazione del Procuratore di Bergamo. I cittadini non avevano forse il diritto di conoscere una notizia così rilevante?». Lo dichiara in una nota il viceministro alla Giustizia, Enrico Costa, in merito a quanto affermato dal procuratore di Bergamo Francesco Dettori che avrebbe voluto mantenere maggior riserbo sugli ultimi sviluppi che hanno al fermo di Massimo Bossetti

Il Governatore della Lombardia, Roberto Maroni preferisce da parte sua non commentare gli sviluppi sulla vicenda di Yara e l’annuncio dato dal ministro Angelino Alfano. “Non ho nessun commento da fare”, afferma a margine dell’assemblea degli industriali di Como. Poi alla domanda se da ministro dall’ interno avrebbe fatto la stessa cosa replica: “Ci ho pensato. Ho visto stamattina la dichiarazione del procuratore di Bergamo che ha detto che volevano mantenere il riserbo sul

vicenda a tutela della persona arrestata. Quindi - conclude - preferisco non commentare”.

© riproduzione riservata