Domenica 07 Settembre 2014

Trasporto, non solo alta velocità

«Dobbiamo investire per i pendolari»

Roberto Maroni

Migliorare il servizio del trasporto pubblico vuole dire potenziare l’alta velocità, ma non dimenticare che in Lombardia c’è anche il trasporto regionale, che ogni giorno viene usato dai pendolari per andare al lavoro. Bisogna fare in modo che queste due reti non confliggano.

Lo ha detto il governatore della Lombardia, Roberto Maroni. Per fare questo - ha ricordato - la Regione ha fatto uno sforzo notevole, investendo oltre 500 milioni per l’acquisto di 63 nuovi treni, 6 sono già entrati in funzione e più di 30 saranno messi in esercizio prima di Expo.

«Tutto questo - ha concluso Maroni - non basta. Bisogna investire di più sulla rete, per migliorarne l’efficienza e per estenderla. Questo è l’impegno che noi abbiamo preso e il collegamento T1-T2, va esattamente in questa direzione».

Del collegamento T1-T2 a Malpensa Maroni ha parlato a Cernobbio: «Siamo molto soddisfatti di questo intervento, utile e importante, che rafforza il ruolo di Malpensa come aeroporto strategico». L’occasione era il via ai lavori del nuovo collegamento ferroviario tra il Terminal 1 e il Terminal 2 dell’aeroporto di Malpensa, al quale hanno preso parte anche il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi e il presidente del gruppo FNM, Norberto Achille.

ALTRI INTERVENTI IN CORSO - Il governatore ha ricordato che per lo scalo della Brughiera, sono in corso “tanti altri interventi, come: la realizzazione di ’Cargo City’, che è un’area di oltre 180 mila metri quadri, il terzo satellite del Terminal 1 e diversi altri miglioramenti all’interno della struttura in vista di Expo”.

“Voglio confermare - ha sottolineato Maroni - l’importanza che per noi ha Malpensa e l’interesse di definire insieme al Governo e a tutti gli operatori, un piano che riguardi tutti gli aeroporti della Lombardia, anche a seguito della vicenda Etihad, che ne rafforzino il ruolo, in particolare per quanto riguarda Malpensa”.

IMPEGNO PER MOBILITÀ - Il presidente lombardo, ha infine voluto evidenziare il grande impegno della Regione per la mobilità, “sia su gomma, che su rotaia. Dobbiamo migliorare le nostre performance, tenendo conto che negli ultimi anni c’è stato un aumento notevolissimo del traffico al quale non ha fatto seguito un aumento degli investimenti nella rete”. Non è compito della Regione, “ma di Rfi”, ha ricordato Maroni, che rivolgendosi a Lupi, ha chiesto “di fare uno sforzo ulteriore”.

© riproduzione riservata