Travolta da un tir mentre attraversa Muore un’infermiera di 60 anni
L’autoarticolato fermo nel punto in cui è avvenuto l’incidente, ieri pomeriggio a Vercurago

Travolta da un tir mentre attraversa
Muore un’infermiera di 60 anni

La vittima a Vercurago è Graziella Bolognin. Mamma di due figli, lavorava in una casa di riposo. Sotto choc l’autotrasportatore.

Terribile ncidente nel pomeriggio di martedì a Vercurago: la vittima è Graziella Bolognin, 60 anni, residente in paese. Tutto è successo intorno alle 15,45. La donna, secondo una prima ricostruzione dell’incidente, stava attraversando la ex statale, all’altezza del semaforo di via Roma e dell’incrocio di via IV Novembre. Era appena uscita dalla sua abitazione. In quel momento fermo al semaforo c’era a un autoarticolato, in attesa di proseguire in direzione Lecco. Quando è scattato il verde l’autista ha ripreso la marcia e non si sarebbe accorto della signora che stava attraversando e che è stata così travolta.

È scattato subito l’allarme: sul posto è stato inviato l’elisoccorso di Como. A Vercurago sono arrivate anche un’ambulanza della Croce rossa, seguita dall’auto medica. Troppo gravi le lesioni, nonostante il prodigarsi dei soccorritori, per la donna non c’è stato nulla da fare.

Sotto choc il giovane autista dell’autoarticolato. La donna abitava a Vercurago da una decina d’anni e lavorava come infermiera alla casa di riposo Airoldi e Muzzi di Lecco. I due figli vivono con le famiglie in due paesi vicini.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 29 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA