Martedì 12 Agosto 2014

«Uccise Cantamessa e il fratello»

Vicky Vicky rinviato a processo

Vicky Vicky, l’indiano accusato di aver ucciso (travolgendoli con l’auto) il fratello Baldev Kumar e la dottoressa Eleonora Cantamessa è stato rinviato a giudizio. Il processo inizierà davanti alla Corte d’Assise il 10 ottobre prossimo

Per Viki Viki l’accusa è duplice omicidio volontario. Il rinvio a giudizio è stato disposto dal Gup Alberto Viti.

I termini di custodia cautelare in carcere sarebbe scaduti a breve, il prossimo 8 settembre, a un anno esatto dai drammatici fatti. Ma Vicky Vicky dunque non tornerà libero in attesa del processo.

Proprio per scongiurare questo rischio, infatti, il giudice Alberto Viti aveva fissato per oggi l’udienza preliminare a carico dell’indiano. Una data irrituale, perché ricompresa nel cosiddetto periodo di «sospensione feriale dei termini processuali».

Ma la scelta è dettata da motivi d’urgenza, come argomentava lo stesso giudice nel decreto di fissazione dell’udienza: «Ricorrono i presupposti per la dichiarazione d’urgenza del processo, trattandosi di procedimento per duplice omicidio con imputato sottoposto a misura cautelare della custodia in carcere il cui termine di scadenza è l’8 settembre 2014».

© riproduzione riservata