Mercoledì 07 Maggio 2014

Una giornata con Tentorio e Gori

a meno di venti giorni dal voto

Da sinistra Giorgio Gori Franco Tentorio
(Foto by Bedolis Foto)

Tour nei borghi con bici e zainetto per Giorgio Gori, agenda fittissima e ritmo serrato per Franco Tentorio. A meno di 20 giorni dalla tornata elettorale ecco il racconto di una giornata dei due principali candidati a primo cittadino.

Per Tentorio agenda fitta e ritmo serrato tra impegni istituzionali e campagna elettorale. Dalla commemorazione di Francesco Nullo all’incontro con i partiti. Lui non si tira indietro e con la gente è una macchina da guerra tra strette di mano e una battuta. Dodici ore filate in Comune, il pranzo (scaloppina e insalata) alla scrivania, davanti al pc o al telefono. «Ma fare il sindaco è bello» ripete. E per mettere in difficoltà gli avversari ha invitato Renzi a Palazzo Frizzoni. In serata all’Atalanta «preferisce» la cena di un candidato consigliere. Ma non è ancora finita: c’è spazio anche per un salto nel suo studio da commercialista.

Per Gori, bici e zainetto, e corsa al Comitato genitori delle scuole del Villaggio degli Sposi. Poi via fino a sera tra convegni, confronti con gli avversari e riunioni col suo staff per mettere a punto il rush finale « a tappeto» della campagna elettorale. Pausa pranzo a casa con i figli Benedetta, Alessandro e Angelica. Tour in Borgo San Leonardo a incontrare commercianti e residenti.

Il racconto di una giornata con i due candidati su L’Eco di Bergamo del 7 maggio 2014

© riproduzione riservata