Mercoledì 16 Giugno 2010

Violentò la moglie, condannato a 2 anni
ma alla fine sono ritornati insieme

Alla fine sono tornati a vivere insieme. Ma questo lieto fine non ha potuto cancellare la condanna che ieri lui, il marito, ha patteggiato davanti al giudice dell'udienza preliminare Bianca Maria Bianchi: due anni, con pena sospesa, per violenza sessuale nei confronti della moglie. Secondo quanto raccontato dalla donna, la vita coniugale tra i due – una coppia di Zogno, 62 anni lui, 56 lei – fra il 2005 e il 2007 sarebbe stata piuttosto turbolenta.

La moglie aveva denunciato l'uomo parlando di violenze sessuali, di botte e ingiurie. La donna aveva raccontato pure che lui la costringeva a vivere in un'abitazione che in pratica era un tugurio, priva di gas e di riscaldamento. Diversi gli episodi di violenza sessuale denunciati dalla donna, uno dei quali accompagnato anche da percosse. Sarebbero accaduti tutti all'interno dell'abitazione familiare. In particolare, in un'occasione, nel 2005, l'uomo avrebbe sferrato un pugno allo sterno alla consorte, obbligandola con la violenza a subire un rapporto sessuale. 

Stanca di subire questi atti, la donna si era presentata alla caserma dei carabinieri raccontando quanto le era accaduto. I militari avevano cominciato a compiere accertamenti, trasmettendo nel frattempo la denuncia in Procura.

Leggi di più su L'Eco in edicola mercoledì 16 giugno

a.ceresoli

© riproduzione riservata