Anni 2008 e 2009: riliquidazione
imposta sui compensi per i notturni

Anni 2008 e 2009: riliquidazione imposta sui compensi per i notturni

È in dirittura d'arrivo (prevista per lunedì 27) la risoluzione dell'Agenzia delle entrate con la quale viene definitivamente stabilito che i crediti d'imposta, derivanti dall'applicazione della Risoluzione nr. 83 del 17 agosto 2010, verranno richiesti con la dichiarazione dei redditi 2010 (modelli 730 o Unico da presentarsi nel 2011).

Questo deroga è nata su proposta sindacale e della Consulta dei Caf, poiché il termine 30 settembre, previsto inizialmente, non avrebbe consentito alle aziende di rilasciare le certificazioni e ai Caf di assistere con la necessaria tempestività i lavoratori nella presentazione delle dichiarazioni integrative relative all'anno d'imposta 2008 e 2009.

In pratica, per migliaia di lavoratori turnisti, a partire dall'1.7.2008, è stato chiarito che, anche per le ore notturne ordinarie, può essere applicata la tassazione più favorevole a quella ordinaria, già in vigore per premi aziendali, maggiorazioni turno ecc. (imposta sostituiva del 10%).

Inoltre, per il 2009 e per gli anni a seguire, la risoluzione in fase di emanazione, dovrebbe contenere chiarimenti per le ore straordinarie, già detassate per l'anno 2008. I beneficiari sono i lavoratori dipendenti del settore privato, che negli anni d'imposta 2007 avevano un reddito inferiore a 30.000 euro e nel 2008 a 35.000 euro e le somme massime agevolabili sono rispettivamente di 3.000 euro per il 2008 e 6000 euro per il 2009, al lordo di quanto già riconosciuto con tassazione al 10%.

 Per l'anno 2010 le somme agevolate saranno riliquidate con il conguaglio fiscale di fine anno. Il reddito di riferimento, è quello del 2009, con un limite di 35.000 euro e le somme agevolabili di 6000 euro, e consentirà ai numerosi lavoratori interessati di «rientrare in possesso» di cifre quasi sempre importanti che, a seconda dei casi, oscillano tra i 200 e i 1500 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA