Mercoledì 01 Dicembre 2010

Agricoltura: fondi dalla Regione
Sono 4 milioni per 33 progetti

Sono quasi 4 i milioni di euro che Regione Lombardia ha assegnato agli agricoltori della provincia di Bergamo co in fondi del Programma di sviluppo rurale (Psr) 2007-2013. Complessivamente si tratta di oltre 38 milioni di euro stanziati a favore degli agricoltori lombardi attraverso lo stesso Psr 2007-2013.

Il decreto della Direzione generale Agricoltura è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale e riguarda le Misure 121 (ammodernamento delle aziende agricole), 311A (agriturismo), 311B (produzione di energia rinnovabile), 311C (altre attività di diversificazione) e 321 (servizi essenziali per l'economia e la popolazione rurale) del Psr.

«Si tratta di uno stanziamento molto importante - commenta l'assessore all'Agricoltura della Regione Lombardia Giulio De Capitani - soprattutto in un momento di sofferenza del comparto agricolo. In totale vengono finanziate ben 328 domande, presentate da altrettante aziende agricole, sull'intero territorio lombardo».

Le Misure oggetto del Decreto coprono diverse tipologie di attività, e posso senz'altro affermare che lo sforzo di Regione Lombardia va nella direzione di sostenere con crescente convinzione gli investimenti che con coraggio gli operatori del comparto stanno affrontando per migliorare le proprie aziende e, in taluni casi, per dare avvio a nuove attività».

Nello specifico, a Bergamo vengono finanziate 33 domande, di cui 19 per la Misura 121, 2 per la Misura 311A, 11 per la Misura 311B e 1 per la Misura 311C per un totale di 3.948.207,57 euro. I fondi stanziati vengono ripartiti tra le Amministrazioni provinciali in base al numero delle domande finanziate per ogni singola Misura su ciascun territorio; sul sito internet della Direzione generale Agricoltura, all'indirizzo www.agricoltura.regione.lombardia.it, è possibile consultare l'elenco dei beneficiari.

«Con questo decreto ciascun territorio provinciale - chiude l'assessore De Capitani - vede valorizzate le proprie specifiche vocazioni agricole; con un ventaglio tanto ampio di attività sostenute sulle Misure del Psr oggetto di questo provvedimento posso davvero affermare che Regione Lombardia ha dato voce alle singole identità territoriali».

«Questo è un passaggio fondamentale, che vuole essere anche un messaggio di incoraggiamento: il 2011 non sarà certo facile, ma confermo l'impegno di Regione Lombardia a restare accanto ai nostri operatori, con la determinazione, la serietà e la fermezza che da sempre contraddistingue l'azione di difesa delle legittime aspettative dei nostri agricoltori».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata