Domenica 24 Luglio 2011

Le pensioni sono misere
Media di 800 euro al mese

«Nel 2010 abbiamo registrato un leggero incremento del numero delle pensioni erogate (+1,46%, con 333.672 posizioni totali), anche se nelle diverse tipologie i dati non si discostano di molto da quelli 2009. Invece per le pensioni di anzianità si è verificato un aumento significativo, di oltre il 16%. È quanto sottolinea Tullio Ferretti, direttore dell'Inps di Bergamo da poco più di due anni, nell'evidenziare l'attività dell'Istituto negli ultimi 12 mesi.

«Riguardo alle categorie – sottolinea il direttore dell'Inps – i commercianti, nella vecchiaia, reversibilità ed invalidità, fanno registrare un leggero incremento. Anche gli artigiani evidenziano un aumento del numero totale delle pensioni, di poco più di mille unità, che può essere considerato modesto. Infine i coltivatori diretti si mantengono su un livello costante, quasi uguale mettendo a confronto il 2009 con il 2010». Per quanto riguarda l'importo mensile la media in provincia è di 800,55 euro, una cifra sotto la soglia di povertà, che tanti anziani fanno sempre più fatica ad integrare con i loro risparmi.

Leggi di più su L'Eco del 24 luglio

e.roncalli

© riproduzione riservata