Martedì 27 Settembre 2011

Cisl: «Fema, nuova provocazione
Stipendi solo a chi non sciopera»

La Cisl ha diffuso un comunicato stampa in cui sottolinea che «continua la vertenza Fema, con capitoli nuovi ogni giorno: oggi la proprietà ha versato acconti sugli stipendi solo a alcuni lavoratori, “che non sono quelli che hanno scioperato per veder riconosciuti i propri diritti – afferma Massimo Lamera, della FIM CISL -, ennesimo atto grave di tutta questa vicenda. Ai lavoratori che sono scesi davanti ai cancelli niente. Ribadiamo che ci fermeremo fino a che tutti i lavoratori verranno retribuiti”».

Mercoledì 28 settembre, verrà effettuata una manifestazione fuori dai cancelli Fema dalle 13 alle 14. Alla manifestazione in segno di solidarietà parteciperanno delegazioni di lavoratori del gruppo e altre società del territorio. «Quello che stanno facendo questi signori – prosegue Lamera - è un atto gravissimo, giocano sulla pelle delle persone e delle loro famiglie, non curandosi minimamente della dignità e dei diritti dei lavoratori. Forse si sono dimenticati che siamo in Italia, non in un paese del terzo mondo....o forse lo sanno!!!».

L'azienda dal canto suo precisa: «Chiediamo al signor Lamera di fare un passo indietro. Per il resto siamo disposti a corrispondere i salari ai nostri dipendenti, purché non subiscano l'azione così pesante da un sindacalista».

a.ceresoli

© riproduzione riservata