Domenica 27 Maggio 2012

La Lovato punta sulla logistica
Il motto: «Persone e passione»

Novant'anni vissuti con passione. Più che di numeri, è di questo che si parla con Massimiliano Cacciavillani, 40 anni, amministratore delegato della Lovato Electric di Gorle. E non perché i risultati nella produzione e vendita di componenti elettrici per impianti industriali non siano importanti: il fatturato che cresce del 10% (65 milioni circa il consolidato 2011) in tempi non ancora tranquilli parla da sé.

Ma piuttosto perché ciò che contraddistingue l'azienda è anche altro e Cacciavillani tiene a sottolinearlo: «Persone e passione. Creiamo le condizioni per dare il massimo e le persone sono motivate. Il nostro segreto, se vogliamo definirlo così, è questo». Insieme agli investimenti.

Il gruppo non è mai fermo. Mentre aspetta l'inizio dell'open day dedicato a dipendenti e famiglie, con 600 persone che sabato 26 maggio hanno visitato lo stabilimento, Cacciavillani ripercorre in rapida sequenza le ultime opere in cantiere. Venerdì era in Germania a inaugurare la nuova sede commerciale con annesso magazzino a 60 chilometri da Stoccarda. A gennaio il gruppo ha aperto una filiale a Dubai. La scorsa settimana in Turchia.

Nel quartier generale dagli uffici trasparenti affacciati sulla strada che da Bergamo porta a Gorle è quasi ultimato il nuovo centro logistico per le merci in uscita per puntare sulla pronta consegna: «Ci confrontiamo con aziende più grandi. La velocità del servizio è un tratto distintivo». Il centro sarà inaugurato ad agosto e da solo ha richiesto un impegno attorno ai 2,5 milioni, sostenuto con mezzi propri.

Leggi di più su L'Eco di domenica 27 maggio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata