Giovedì 28 Febbraio 2013

Trussardi, news dalla «creativa»
Gaia prende le redini della 1ª linea

Dal ruolo sempre più dominante all'interno del gruppo e dal suo posizionamento determinante per quanto riguarda la sfera stilistica all'interno della maison, l'annuncio si attendeva da qualche giorno, dopo la sfilata di sabato a Milano. Trussardi ha annunciato nella mattinata di giovedì 28 febbraio che la direzione creativa del marchio sarà affidata interamente a Gaia Trussardi, azionista e membro del Consiglio d'amministrazione del Gruppo di cui attualmente segue tutti gli aspetti creativi, dalle campagne pubblicitarie allo stile.

Gaia Trussardi, già direttore creativo per le seconde linee Tru Trussardi e Trussardi Jeans ed artefice della loro unione stilistica sotto un'unica label (Tru Trussardi) a partire dalla collezione autunno-inverno 2013/14, sarà responsabile anche della collezione prima linea Trussardi.

«La nuova gestione stilistica - fanno sapere dalla maison - nasce dalla volontà di rafforzare la continua evoluzione del brand e di accomunare tutte le collezioni sotto un'unica visione del lifestyle Trussardi, caratterizzato innanzitutto dalla pelle - interpretata attraverso gli accessori e declinata nell'abbigliamento - dalla continua ricerca e innovazione e da un fortissimo know-how costruito in oltre cento anni di storia».

La notizia la si aspettava da alcune ore, dopo che nella serata di martedì la casa di moda, dopo la sfilata donna autunno/inverno 2013-2014 e con la naturale scadenza del contratto, aveva annunciato la «fine consensuale della collaborazione» con Umit Benan Sahin, iniziata due anni fa con la stagione primavera/estate 2012. «Ringraziamo Umit per la passione e la dedizione con cui ha rappresentato lo stile Trussardi in questi anni e gli auguriamo ogni successo per le future sfide professionali» ha dichiarato Beatrice Trussardi, con Umit Benan Sahin che ha commentato: «È stata una grande esperienza e un onore lavorare per una così prestigiosa casa di moda come Trussardi».

Fa.Ti.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata