Venerdì 01 Marzo 2013

Gli onorevoli redditi bergamaschi
Jannone resta sempre il più ricco

È sempre Giorgio Jannone, deputato uscente del Popolo della libertà, il «Paperon de' Paperoni» dei parlamentari bergamaschi: la Camera e il Senato hanno reso noto ieri le dichiarazioni di tutti i senatori e deputati presentate per il 2011.

Jannone si riconferma, come lo scorso anno, al vertice della classifica dei parlamentari orobici con un imponibile di 544.759 euro, un importo superiore rispetto al 2010 quando aveva dichiarato 435.552 euro. Chiude la classifica il senatore del Partito democratico Mauro Ceruti con 119.622 euro, un importo inferiore rispetto ai 123.744 euro dichiarati l'anno precedente.

Ma sul fondo della classifica, in penultima posizione, si registra anche un ex aequo tra i deputati Antonio Misiani, tesoriere nazionale del Pd, e Ivan Rota, esponente dell'Italia dei valori: i due parlamentari hanno dichiarato entrambi un imponibile di 123.453 euro.

Tornando ai redditi più alti, al secondo posto della compagine orobica si piazza il leghista Nunziante Consiglio con 234.202 euro (rispetto ai 187 mila euro del 2010): Consiglio scalza dal secondo posto Savino Pezzotta, dell'Udc, che ha dichiarato un imponibile di 182.396 contro i 191 mila dell'anno precedente. Segue Antonio di Pietro, dell'Idv, con un reddito di 174.864 euro. Ed è solo al quinto posto che troviamo il primo senatore bergamasco: si tratta di Roberto Calderoli, esponente della Lega ed ex ministro della Semplificazione normativa, che ha dichiarato un imponibile di 167.724. Per il sesto posto si torna alla Camera con Gregorio Fontana, del Pdl, che ha presentato una dichiarazione dei redditi di 165.870 euro. A poca distanza segue Gabriele Cimadoro, dell'Idv, con 163.083 euro. Ottavo posto per il senatore leghista Roberto Castelli: il suo imponibile 2011 è stato di 159.413 euro. Ad un'incollatura segue il collega di partito Giacomo Stucchi con 159.242 euro.

Decima posizione per il presidente della Provincia ed esponente della Lega Ettore Pirovano che ha presentato una dichiarazione di 151.062 euro. Mille euro in meno per Massimo Corsaro, eletto con il Pdl: il suo imponibile 2011 è stato di 150.054 euro. Segue la parlamentare del Carroccio Carolina Lussana con 143.898 euro. Il senatore Valerio Carrara, eletto nelle fila del Pdl e attuale sindaco di Oltre il Colle, ha presentato una dichiarazione dei redditi di 142.847 euro. Si torna, quindi, alla Camera per la 14ª posizione occupata dal leghista Pieguido Vanalli con un imponibile di 142.136 euro.

Verso il fondo della classifica troviamo l'esponente del Pd Giovanni Sanga con 128.025 euro e la senatrice Alessandra Gallone che ha dichiarato un imponibile di 127.402 euro. Segue Sergio Piffari, dell'Idv che risale dall'ultima posizione occupata nel 2010 (quando aveva dichiarato un reddito di 111 mila euro) grazie ad un imponibile di 123.773 euro. Chiudono la classifica i parlamentari Antonio Misiani, Ivan Rota e Mauro Ceruti.

Gianluigi Ravasio

a.ceresoli

© riproduzione riservata