Giovedì 28 Febbraio 2013

Giò Style torna sul mercato
Tre nuove linee di prodotti

«Puntiamo al pareggio di bilancio già quest'anno, un obiettivo che definirei "sfidante", e a un fatturato intorno ai 30 milioni di euro di cui ancora il 70% in Italia». Lo ha detto Nicola Colombo, presidente di Colombo Smart Plastic e vice presidente di Co.ge.fin, il gruppo industriale (fatturato aggregato 2012 di circa 160 milioni) che nel 2011 ha rilevato Giò Style e lo stabilimento di produzione di Urgnano da un concordato preventivo con un investimento di 7,5 milioni di euro.

«Il target a tre anni - ha aggiunto - è di invertire la percentuale e portare la quota dei ricavi dall'estero al 70% e l'Italia al 30%». «Stiamo per siglare un accordo di distribuzione con una grande catena attiva in tutto il Nord America - ha sottolineato Roberto Ronchi, amministratore delegato di Colombo Smart Plastic - e puntiamo a un'espansione anche in Asia dove stiamo valutando un'eventuale produzione a Taiwan».

Giò Style nasce negli anni '50 dall'intuizione di Luigi Giovenzana sulle potenzialità di sviluppo e di uso della plastica. Nascono i primi frigoriferi portatili, la mattonelle raffreddanti, borracce e poi i prodotti per la casa come catini, stoviglie, contenitori fino ad arrivare a essere, negli anni '80, leader del mercato in Italia e proseguire l'espansione fino al 2000.

Poi arriva un primo concordato preventivo nel 2006 e un secondo nel 2011 che si chiude con il passaggio di LifeStyle (la società controllante il marchio Giò Style e Ordinett) al gruppo Co.ge.fin. «Gio'Style e' in perdita da 8 anni -  spiega Colombo - e quando l'abbiamo presa era in profondo rosso», tuttavia il marchio rappresenta per il suo gruppo un atto di fede verso l'Italia e l'industria italiana.

«Nel 2012 abbiamo lavorato sulla distribuzione - ha evidenziato Ronchi - sulla ristrutturazione del sistema produttivo e sul personale su cui c'è stato l'impegno, nel momento dell'ingresso del gruppo Co.ge.fin, alla completa occupazione. Infine stiamo lavorando allo sviluppo di nuovi prodotti».

Giò Style si riaffaccia sul mercato con tre nuove linee (designer Marco Maggioni) dedicate agli oggetti per la tavola, ai lunch box per il pranzo fuori casa e, l'ultima, al ghiaccio. Questo non solo nel tentativo di abbracciare nuovi target di consumatori ma anche per poter utilizzare a pieno la capacità produttiva dello stabilimento di Urgnano, altrimenti ancorato alla stagionalità delle linee outdoor.

r.clemente

© riproduzione riservata