Sabato 04 Maggio 2013

Carta di identità per il salame
E Belloli vince l'Oscar Green

Paolo Belloli, 32 anni, titolare dell'azienda Il Montizzolo di Caravaggio (Bg) con l'intuizione della “carta di identità per il salame” si è aggiudicato l'Oscar Green 2013 dell'agricoltura lombarda per la categoria “Stile e cultura d'Impresa”.

Le premiazioni del concorso promosso da Giovani Impresa Coldiretti01 per valorizzare l'agricoltura innovativa si sono svolte questa mattina nell'ambito della manifestazione Cibi d'Italia in svolgimento presso il Castello Sforzesco a Milano.

“Questo ennesimo riconoscimento conquistato da un giovane bergamasco – sottolinea il presidente di Coldiretti Bergamo Alberto Brivio – dimostra che la nostra è un'agricoltura di primo piano capace di contribuire in modo determinante allo sviluppo del nostro territorio, e questo nonostante la crisi. Proprio in questa fase di difficoltà ritengo sia giusto valorizzare tutte quelle esperienze animate da spirito innovativo che stanno proiettando il settore verso il futuro, dando sempre più concretezza alla filiera agricola tutta italiana”.

Sono state oltre 80 le aziende provenienti da tutta la regione iscritte alla sesta edizione dell'Oscar Green. Dieci le aziende bergamasche candidate: l'azienda agricola Il Montizzolo di Caravaggio, la Cooperativa Gasparina di Sopra di Romano di Lombardia, l'Azienda Agricola Cascina Castello di Locatelli Simone di Chiuduno, l'azienda Agricola Tenuta degli Angeli di Carobbio degli Angeli, l'Azineda Agricola Cascina Ombria di Caprino Bergamasco, l'Azienda Agricola Villa Serica di Orlandini Chiara di Caprino Bergamasco, la Società agricola Andreini Marino ss di Antegnate, l'azienda agricola Miriam di Jonn Brignoli di Trescore Balneario, l'azienda Visinoni Angelo Manfredo di Rovetta e la Cooperativa Monti e Laghi di Vigolo.

Complessivamente sono state sette le imprese premiate nelle categorie “Ideando”, “Stile e cultura d'impresa”, “Non solo agricoltura”, “In Filiera”, “Campagna Amica”, “Esportare il territorio” e “Paese Amico”. Assegnate anche due menzioni speciali: “Tecnologia e tradizione” e “Vigneto storico”. “Siamo fieri del fatto che l'Oscar Green regionale anche quest'anno sia stato attribuito a un'azienda bergamasca – sostiene il delegato di Giovani Impresa Bergamo Daniele Filisetti – significa che la nostra agricoltura nonostante i problemi con cui si confronta quotidianamente può fare molto per il rilancio del nostro Paese attraverso la valorizzazione del nostro territorio e dei suoi prodotti sempre più attenti a rispondere alle esigenze dei consumatori, sempre più di qualità”.

Il salame con la carta di identità
Non una semplice etichetta, ma una vera e propria carta di identità. E' quella che accompagna e certifica i salami di Paolo Belloli della cascina Montizzolo di Caravaggio. Nella carta di identità, il consumatore trova le principali caratteristiche del salume, il codice DNA del suino con cui è stato prodotto ,le materie prime con cui è sono stati nutriti gli animali e il contenuto delll'insaccato. Un'idea che permette di tracciare in maniera chiara tutta la filiera per assicurare al consumatore la qualità e il legame con il territorio del cibo che si porta in tavola.

e.roncalli

© riproduzione riservata