Microbirrifici orobici crescono
Due in arrivo: Sedrina e Curno

Microbirrifici artigianali bergamaschi crescono. Nati per pura passione verso il mondo della birra, oggi incominciano a diventare anche business, ampliando produzione e mercati. Attualmente sono otto i birrifici artigianali nel Bergamasco.

Microbirrifici orobici crescono Due in arrivo: Sedrina e Curno

Microbirrifici artigianali bergamaschi crescono. Nati per pura passione verso il mondo della birra, oggi incominciano a diventare anche business, ampliando produzione e mercati. Attualmente sono otto i birrifici artigianali nel Bergamasco, per una produzione complessiva annua che è salita in pochi mesi da 3.000 a 3.500 ettolitri, cioè 350 mila litri.

Inoltre, tra poche settimane il numero dei produttori di birra made in Bergamo salirà a dieci: tornerà in attività il «Mai Visto» di Sedrina e aprirà ex novo un birrificio artigianale, di cui ancora non si conosce il nome, a Curno.

Il punto sulla situazione dei produttori di birra nel Bergamasco è stato fatto nel corso di una serata del Rotary Club Bergamo nelle sale di Tenuta Casa Virginia, a Villa d’Almè, patron Antonio Lecchi.

Il «Mai Visto» di Sedrina è stato il primo birrificio aperto in Bergamasca per iniziativa di Gianfranco Mazzoleni: era il 1999 e per qualche anno fu l’unico. Dopo la morte di Mazzoleni, gli impianti si fermarono ma oggi sono lì lì per ripartire grazie all’iniziativa di due fratelli, anche loro di Sedrina, Roberto e Filippo Marchesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA