Pane orobico a Singapore   Tresoldi ne esporterà una tonnellata
Il pane di Tresoldi

Pane orobico a Singapore

Tresoldi ne esporterà una tonnellata

La fornitura è di una tonnellata di prodotto per top hotel e ristoranti dell’isola.

Il pane bergamasco alla conquista dell’Oriente. Sembra una contraddizione visti anche i problemi che il settore sta attraversando in Italia (di recente è anche andato in scena in Lombardia lo sciopero del pane), ma forse anche per questo c’è chi si industria per portare uno dei vanti dell’agroalimentare nazionale oltreconfine, per compensare i deficit legati al mercato domestico.

Questo è almeno quanto ha pensato l’azienda Tresoldi di Bergamo, una lunga esperienza nel settore, (con due negozi diretti in viale Papa Giovanni e Longuelo, più uno indiretto in via Baioni) che da questo mese ha ottenuto un’importante commessa a Singapore per una fornitura di pane, focacce e basi per pizza per servire una parte dei principali ristoranti, soprattutto italiani e francesi, e gli hotel di alto profilo presenti sull’isola.

La spedizione, nonostante sia meno veloce dell’aereo, viene fatta in nave, «perché ci permette di controllare meglio le temperature - spiegano i Tresoldi -. Il pane viene spedito surgelato ed ha una lunga durata, per poi essere cotto direttamente dal consumatore finale, conservando tutta la fragranza del prodotto appena sfornato».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 19 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA