Petteni: «Lavoro, basta ideologie e guardiamo in faccia la realtà»

Petteni: «Lavoro, basta ideologie
e guardiamo in faccia la realtà»

Lo ha detto il segretario confederale della Cisl, il bergamasco Gigi Petteni, al termine delle audizioni in commissione Lavoro del Senato.

Audizioni incentrate sui primi due decreti attuativi del Jobs act, quello sul contratto a tutele crescenti e quello sugli ammortizzatori sociali: «Abbiamo chiesto modifiche sull’estensione delle norme ai licenziamenti collettivi e che la durata della nuova Aspi torni a 24 mesi anche nel 2017» e resti tale «a regime», ha proseguito Petteni. Che lancia un «appello a smettere con le ideologie sul lavoro» e invita «a guardare in faccia la realtà»:

Il segretario confederale ha sottolineato anche la necessità, più volte ribadita dalla Cisl, che i decreti attuativi diano «una risposta concreta sulla “pulizia” delle forme contrattuali che hanno generato precarietà in questi anni». In particolare, per la Cisl «va eliminata l’estensione del nuovo regime ai licenziamenti collettivi, che inficia il valore dell’accordo sindacale al quale la vigente normativa affida i criteri di scelta dei lavoratori da licenziare».

Da sinistra, Annamaria Furlan segretario generale Cisl e Gigi Petteni

Da sinistra, Annamaria Furlan segretario generale Cisl e Gigi Petteni

Per quanto riguarda i licenziamenti disciplinari «va ripristinato il criterio di proporzionalità tra il fatto contestato e la sanzione del licenziamento» e l’onere della prova «deve restare a carico del datore di lavoro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA