Premio per il «Bù cheese bar»  Menzione speciale  agli Oscar green
Francesco Maroni e Jacopo Bravi

Premio per il «Bù cheese bar»

Menzione speciale agli Oscar green

Menzione speciale «Giovani impresa» agli Oscar green regionali per il «Bù cheese bar» di Bergamo.

I premi sono stati consegnati a Milano dalla Coldiretti. Il cheese bar rappresenta, secondo la giuria, «un nuovo modo di far conoscere e degustare i formaggi tipici del territorio e non solo». Il legame con il territorio emerge anche dal nome «bù» che in dialleto significa «buono». «L’idea nasce per valorizzare la produzione della Latteria sociale di Branzi una realtà storica della provincia di Bergamo, che oggi riceve il latte da una settantina di aziende» spiega Francesco Maroni che, insieme al socio Luca Guerini, ha dato vita all’iniziativa.

Il locale è stato aperto nell’ottobre 2015. «La partenza è stata buona – spiega Maroni – anche perché la location è il Centro Piacentiniano, in pieno centro storico». Al Bù lavorano 10 persone, dal direttore ai camerieri al cheese barman, che è sia casaro che barman. Circa 60/65 mila i coperti all’anno. «Abbiamo avuto l’idea, unendo le nostre competenze. Io vengo da una famiglia di produttori lattiero-caseari e ho trovato nel mio socio la capacità di gestione dei progetti». Il Bù cheese bar offre la possibilità di fare colazioni, pranzi, aperitivi e dopocena dove protagonisti sono una quarantina di formaggi differenti. Nel locale è presente anche un mini caseificio a vista dove viene lavorato il latte per fare gli yogurt. Tra le curiosità che si possono assaggiare anche drink a base di siero di latte. «Ai nostri clienti – dice Maroni – offriamo un menù che parte dalla colazione per arrivare alla cena. Abbiamo tutti i formaggi bergamaschi e lombardi più rappresentativi. I cocktail alcolici a base di siero di latte sono molto richiesti. E tra i formaggi il branzi, lo strachitunt, gli stracchini all’antica delle valli orobiche Presidio Slow Food. E poi parmigiano reggiano Vacche rosse e il Nero imperiale».

Con 38 nuove imprese agricole under 40 aperte nel primo trimestre 2017, infatti, la provincia di Bergamo si piazza al terzo posto nel panorama regionale, dopo Brescia con 54 aziende e Pavia con 43. Nella Bergamasca le aziende agricole under 40 sono 605, rappresentano il 12,3 % delle aziende agricole totali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA