RadiciGroup sempre più fashion e green: accordo con la Macron
Bobine di Nylon prodotto dallo stabilimento RadiciGroup di Villa d’Ogna in Val Seriana

RadiciGroup sempre più fashion e green: accordo con la Macron

L’azienda emiliana realizzerà una calza con nylon prodotto utilizzando scarti di produzione. Angelo Radici: «L’economia circolare non si fa da soli»

Sempre più sostenibile, sempre più fashion. Dopo la recente partnership con Oroblu per la produzione di collant con filato in poliestere ottenuto dal riciclo delle bottiglie di plastica, si allunga l’elenco delle collaborazioni di RadiciGroup nel mondo del cosiddetto tessile tecnico, sempre più utilizzato anche dai grandi marchi della moda che sfilano in passerella per le loro creazioni.

La multinazionale orobica attiva nei settori della chimica, dei tecnopolimeri e la Macron, azienda bolognese leader nel settore dell’abbigliamento sportivo, hanno deciso di fare squadra per promuovere un modello di sviluppo più sostenibile. Risultato della collaborazione, una calza sportiva, realizzate con Renycle, filato prodotto dall’azienda bergamasca nell’impianto di Villa d’Ogna Val Seriana alimentato direttamente dalla centrale idroelettrica con energia 100% green. Oggi l’unico filato italiano realizzato al 100% in nylon 6 da riciclo meccanico.

Angelo Radici

Angelo Radici

Materiale di base, gli scarti di produzione che vengono convertiti in polimeri e successivamente in filati che mantengono caratteristiche tecniche paragonabili a quelli provenienti da fonte fossile, ma con performance ambientali nettamente migliori. I nuovi filati, infatti, consentono di ridurre le emissioni di CO2 di quasi il 90% , di risparmiare oltre l’87% di energia e il 90% di acqua. Un’iniziativa basata su una tecnologia tutta italiana e frutto di una filiera a chilometri zero, misurata e tracciabile, promossa da due aziende fortemente innovative, che hanno fatto della circolarità il proprio modello di business. Ma non solo. Ad accomunarle anche la passione sportiva. RadiciGroup è infatti «sponsor del cuore» dell’Atalanta e dell’omonimo sci club. Il logo dell’azienda emiliana compare, invece, sulle maglie di Bologna, Lazio, Udinese, Verona e Sampdoria. Oltre che quelle di numerose squadre internazionali di rugby. Due le nazionali targate Macron nel prestigioso 6 Nazioni: Italia e Scozia.

La calza green

La calza green

«L’economia circolare non si fa da soli - sottolineato Angelo Radici, presidente di RadiciGroup – Noi come attori a monte della filiera cerchiamo da sempre di “usare” la nostra conoscenza dei materiali per mettere a punto prodotti che siano performanti e al tempo stesso rispettosi dell’ambiente. È poi importante trovare clienti altrettanto sensibili a questi temi che diventino partner strategici per sviluppare soluzioni innovative e sostenibili» .

Se da una parte il Gruppo bergamasco ha fatto della circolarità il suo modello di business, l’azienda bolognese guidata da Gianluca Pavanello ha avviato il progetto «Macron 4 the Planet» nel quale, oltre alla realizzazione di una nuova sede completamente eco-sostenibile, rientrano anche la produzione di maglie da gioco in poliestere 100% riciclato da PET e l’utilizzo di pack 100% riciclato e certificato.

Gianluca Pavanello

Gianluca Pavanello

«Il percorso green intrapreso da Macron trova in RadiciGroup un prezioso partner - ha dichiarato Gianluca Pavanello, a. d. di Macron -. La comune visione di una strategia di sostenibilità e di rispetto per l’ambiente è fondamentale. Creare abbigliamento sportivo all’avanguardia e di alta tecnicità vestendo gli atleti a tutti i livelli è un nostro obiettivo e la ricerca e lo sviluppo di materiali sempre più eco-friendly è una missione che portiamo avanti con grande passione e impegno». «Una partnership - conclude il numero uno di Macron - che ci auguriamo possa ulteriormente svilupparsi nel tempo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA