Martedì 03 Giugno 2014

Realtà il sogno di due ragazze:

«Posto fisso? No, l’agricoltura»

Le sorelle Federica e Francesca in cascina
(Foto by Luca Cesni)

Scegliere, oggi, l’agricoltura per passione, rinunciando al tanto agognato «posto fisso» in azienda. È il passo compiuto da due giovani sorelle di Brignano Gera d’Adda, Francesca e Federica Moretti Cassani, rispettivamente di 26 e 24 anni, che con il fratello trentenne Stefano e il padre Pierangelo gestiscono l’azienda agricola di famiglia «Moretti Cassani Pierangelo». Ed è qui che sognano il proprio futuro, nel posto che più amano e al quale si sentono legatissime.

Oggi l’azienda, in via Spirano a Brignano Gera d’Adda, comprende mille pertiche di terreno, di cui 450 di proprietà e le restanti in affitto. Su 350 si coltiva erba medica, poi loietto, mais di primo e secondo raccolto e sorgo sulle restanti. Si allevano 280 capi, di cui 140 sono mucche da latte (frisone in maggioranza e bruna alpina) e gli altri manzi da carne e vitelli destinati alla vendita.

Francesca e Federica sono entrate in azienda dopo la maturità in ragioneria, conseguita all’Oberdan di Treviglio. «Si sa, i padri stravedono per le figlie», commenta sorridendo mamma Ornella. Infatti, Francesca prima e Federica hanno convinto Pierangelo a includerle in quella che considerano una «preziosa questione di famiglia». L’ingresso delle figlie è coinciso con un periodo di sviluppo: nel 2013 si è infatti concluso il secondo ampliamento della stalla. Sul tetto del capannone attrezzi è stato installato un impianto fotovoltaico da 60 Kw che dà energia all’azienda. Negli ultimi due anni è salito anche il numero di mucche da latte.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 3 giugno

© riproduzione riservata