Sofia e Michela, moda bergamasca Alle Olimpiadi le divise prodotte a Sovere
Le divise olimpiche di Sofia Goggia e Michela Moioli sono state prodotte da un’azienda bergamasca

Sofia e Michela, moda bergamasca
Alle Olimpiadi le divise prodotte a Sovere

Chissà se Sofia Goggia e Michela Moioli lo sanno di aver vissuto la loro Olimpiade vittoriosa vestendo dei capi confezionati nella Bergamasca. Le medaglie d’oro orobiche hanno infatti indossato in Corea del Sud le divise ufficiali disegnate da Giorgio Armani e prodotte alla Silusi di Sovere, azienda leader nel mondo dello sportswear.

La realtà bergamasca, nata nel 1976 e a conduzione familiare, ha infatti realizzato una parte della linea disegnata dallo stilista milanese per gli atleti italiani a Pyeongchang. Una relazione di stima e di professionalità che c’è tra l’azienda dell’Alto Sebino, che si occupa di moda sportiva, e l’impero Armani, che prosegue così la collaborazione con il Coni dopo l’esperienza di Londra, Sochi e Rio.

Lo stilista ha infatti disegnato l’intero guardaroba sportivo e formale degli atleti della squadra olimpica e paralimpica italiana per i Giochi invernali di Pyeongchang 2018 da poco conclusi. Gli atleti hanno indossato capi sportivi firmati EA7 nel tempo libero e nelle occasioni ufficiali per tutta la durata della manifestazione.

A Sovere l’attenzione si è focalizzata sulle giacche, i pantaloni da sci e le salopette della divisa, con un tessuto tecnico e performante di ultima generazione che risponde ai più alti standard di qualità, e soprattutto di grande resistenza alle basse temperature coreane.

Una peculiarità propria di Silusi quella di lavorare materiali tecnici, abilità tutta made in Italy che ha portato l’azienda a collaborare con grandi marchi come appunto Armani, ma anche Herno, Brooks Brothers e brand di altissima ricerca, americani ed europei.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo dell’8 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA