Martedì 27 Maggio 2014

Veg +: aderiscono 15 ristoranti

Ecco dove si può mangiare vegano

Si stanno diffondendo i ristoranti nei quali si può mangiare vegano

Sono 15 i ristoranti bergamaschi che hanno aderito al progetto «Veg +», promosso da Ascom e LAV e che dal 1° giugno proporranno piatti vegani, realizzati esclusivamente con ingredienti di origine vegetale e approvati da Lav Bergamo e della scuola vegana di Sauro Ricci, chef del Ristorante Joia di Milano, tempio stellato della cucina naturale e vegana guidato da Pietro Leeman.

Una vetrofania con la scritta - verde - «Veg +. Qui mangi anche vegano 2014» renderà riconoscibili gli esercizi che hanno sposato il nuovo progetto di Ascom. Veg+ è nato nei primi mesi del 2014 per rispondere alle sempre più numerose richieste di cucina vegana che giungono anche nei ristoranti bergamaschi.

È un progetto pilota promosso nell’ambito della campagna Cambia Menù di Lav che ha scelto Bergamo come punto di partenza grazie alla collaborazione - la prima a livello nazionale - tra un’associazione commercianti ed un’associazione animalista. Ascom e Lav hanno collaborato per la creazione di un corso di alta formazione dedicato ad uno stile alimentare innovativo sorretto da forti contenuti etici.

Per i ristoratori - in particolare per i 15 ambasciatori bergamaschi della cucina vegana - questa è una grande opportunità per cogliere le nuove esigenze emergenti; ed uno stimolo per rimettersi in gioco nel creare piatti originali, buoni e che fanno bene alla salute utilizzando anche nuovi ingredienti. Articolata la proposta fatta ai ristoratori: un corso di formazione di 4 giornate svoltosi all’Accademia del Gusto, la realizzazione di un menù stagionale vegano con almeno 4 piatti - dall’antipasto al dolce - e la sua approvazione da parte di Lav. Ogni menù e ogni piatto sarà riconoscibile dal logo Veg+.

I dati del Rapporto Eurispes Italia 2014 rivelano un sensibile aumento di chi si orienta verso scelte alimentari di minor impatto versi gli animali e il pianeta. Nell’insieme la popolazione che opta per una tavola vegetariana e vegana è passata in un anno dal 6 al 7,1%. Quasi un terzo di loro sceglie questo genere di alimentazione per rispetto nei confronti degli animali (31%), un quarto perché fa bene alla salute (24,9%), il 9% si muove in questa direzione per tutelare l’ambiente. Ascom con questo progetto evidenzia la preferenza a portare il cliente vegano all’interno di una rete diffusa di ristoranti che offrono anche menù tradizionali, in quanto per il ristoratore l’estensione dell’offerta è motivo di crescita professionale.

Per informazioni: [email protected]

© riproduzione riservata