Oltre mille euro di profumi rubati in aeroporto, un arresto e una denuncia
La sala operativa della Polaria

Oltre mille euro di profumi rubati in aeroporto, un arresto e una denuncia

La Polizia di Frontiera di Orio, attraverso la videosorveglianza, ha scoperto due giovani bielorussi.

Una arresto e una denuncia per furto di profumi pregiati per oltre mille euro al Duty Free dell’aeroporto di Orio al Serio. È successo domenica 1° agosto: gli agenti della Polizia di Stato in servizio all’Ufficio di Frontiera hanno arrestato un giovane bielorusso di 29 anni e denunciato un connazionale 28enne che era riuscito ad allontanarsi subito dopo il colpo. Grazie al sistema di video sorveglianza è stato possibile ricostruire i movimenti dei due sospettati, che hanno messo a segno il furto presso l’area del Duty Free all’interno dello scalo. I due, secondo la ricostruzione, si sono mossi tra gli scaffali sottraendo profumi di notevole valore e nascondendoli negli zaini. La Polizia di Frontiera è subito intervenuta e ha bloccato uno dei due, mentre l’altro è riuscito a dileguarsi tra la folla. Indagini successive hanno consentito di ritracciare il secondo al gate di imbarco: al momento del fermo si era già liberato della refurtiva gettandola in un cestino dei rifiuti e si era anche cambiato gli indumenti. Entrambi sono stati identificati: per il 29enne si è proceduto all’arresto e alla denuncia per possesso di documento falso; mentre per il presunto complice è scattata la denuncia per furto. La refurtiva è stata tutta recuperata: si tratta di cinque confezioni di profumi di pregio, per un valore complessivo di oltre mille euro. L’arrestato è stato processato per direttissima lunedì.


© RIPRODUZIONE RISERVATA