Nuova Audi Q5  più tecnologica

Nuova Audi Q5
più tecnologica

La Casa dei quattro anelli rinnova il modello della gamma Q più venduto nel mondo e ora nuova Audi Q5 è più tecnologica e dinamica. Il design degli esterni assimila il recente linguaggio stilistico del marchio.

Il single frame ottagonale è più ampio e mai come ora si protende verso la sezione inferiore del frontale mentre le prese d’aria laterali possono contare su un superiore sviluppo longitudinale e su inserti decorativi trapezoidali. Grazie alle luci diurne, i proiettori a Led vantano un’inedita firma luminosa. Osservando la vettura lateralmente, spicca il nuovo inserto in corrispondenza delle longarine sottoporta. Alle finiture di serie si affiancano gli allestimenti Advanced che prevedono listelli verticali cromati per il single frame e slitte paracolpi in argento anziché in nero, ed S line. La gamma colori, forte di dodici tinte, si arricchisce delle inedite vernici verde district e blu ultra. A richiesta, è disponibile il pacchetto look nero. L’orizzontalità caratterizza l’abitacolo.

Al centro della plancia, orientato al conducente, spicca l’ampio display MMI touch dal feedback acustico: il cuore del nuovo sistema di comando assolve le funzioni della manopola a pressione/rotazione collocata alla base della console del precedente modello. Arrivano i gruppi ottici posteriori con tecnologia Oled, la nuova generazione della tecnologia derivata dall’ammiraglia A8. Gli Oled sono diodi a emissione di luce organici, particolarmente efficienti, che generano un’illuminazione ampia e omogenea.

«I vantaggi della tecnologia Oled consistono, oltre che nel marcato contrasto, nell’elevata omogeneità e nel minimo distanziamento tra i segmenti», spiega Stephan Berlitz, responsabile Lighting Innovations di Audi AG. Nuova Audi Q5 cresce di 19 millimetri in lunghezza, raggiungendo i 4,68 metri. Restano invariate la larghezza (senza specchietti) di 1,89 metri e l’altezza di 1,66 metri. Il passo di 2,82 metri garantisce una generosa abitabilità. Il portellone elettrico è di serie. La piattaforma modulare d’infotainment di terza generazione MIB 3 è caratterizzata da una potenza di calcolo dieci volte superiore rispetto al precedente sistema MIB 2. Al top dell’offerta in tema di strumentazione spicca, l’Audi virtual cockpit plus è integralmente digitale. Il conducente può scegliere fra tre visualizzazioni e gestisce le opzioni mostrate dal display Full HD da 12,3 pollici grazie ai comandi del volante multifunzione. L’head-up display, a richiesta, proietta le informazioni direttamente all’interno del campo visivo del conducente. Grazie al collegamento in rete reso possibile dal nuovo sistema MMI, Audi Q5 replica nell’abitacolo l’intuitività degli smartphone.

Il display TFT ad alta risoluzione da 10,1 pollici, di serie, ha una grafica chiara ed essenziale, mentre la struttura dei menu semplifica la navigazione. Il comando vocale riconosce le espressioni di uso comune e, optando per il pacchetto Audi connect navigazione & infotainment plus, risponde alle domande non solo sulla base delle informazioni presenti a bordo ma anche sfruttando le conoscenze presenti nel cloud. La navigazione si avvale delle immagini satellitari ad alta risoluzione di Google Earth e dei modelli tridimensionali di numerose metropoli europee. La radio digitale DAB+ è di serie. L’assistente vocale Amazon Alexa, basato sul cloud, è integrato nel sistema di comando MMI e consente al conducente di accedere alle molteplici funzionalità e ai medesimi servizi Amazon disponibili da casa o attraverso i dispositivi abilitati. L’app myAudi collega lo smartphone del cliente all’auto. Sei diversi profili utente consentono di organizzare e salvare le impostazioni personalizzate spaziando dalla posizione del sedile alla climatizzazione, dalle destinazioni di navigazione più frequenti ai media preferiti. Nuova Audi Q5 debutta in Europa nella configurazione 2.0 TDI quattro S tronic. Il motore Diesel a quattro cilindri eroga 204 CV e 400 Nm di coppia. Il basamento in alluminio pesa 20 kg in meno rispetto al motore appannaggio del precedente modello mentre l’albero motore è alleggerito di 2,5 kg. La tecnologia mild-hybrid a 12 Volt può ridurre i consumi di carburante fino a 0,3 litri ogni 100 km. Cuore del sistema è l’alternatore-starter azionato a cinghia (Rsg) collegato all’albero motore che, nelle fasi di decelerazione, è in grado di recuperare sino a 5 kW di potenza. Questa energia viene immagazzinata nella specifica batteria agli ioni di litio, da cui viene successivamente veicolata ai dispositivi integrati nella rete di bordo. Quando il conducente rilascia il pedale dell’acceleratore in un range di velocità compreso tra 55 e 160 km/h, Q5 2.0 TDI Quattro S tronic MHEV 12V può avanzare per inerzia (veleggiare) a motore acceso o spento. Il campo d’azione del sistema start/stop risulta ampliato sino a 22 km/h e la riaccensione del propulsore avviene in modo particolarmente rapido e pressoché impercettibile. Lo scatto da 0 a 100 km/h è di 7,6 secondi con una velocità massima di 222 km/h. Il motore Diesel rientra nei valori limite previsti dalla più recente normativa antinquinamento Euro 6 d-ISC-FCM (WLTP 3.0). Successivamente al lancio, nel quarto trimestre del 2020, la gamma si amplierà grazie al debutto di due ulteriori step di potenza del motore TDI a 4 cilindri, di un possente V6 TDI MHEV 48V e di due propulsori 2.0 TFSI MHEV 12V. Confermata la disponibilità della variante ibrida plug-in TFSI offerta con due livelli di potenza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA