Domenica 11 Luglio 2010

In 5 mila allo stadio per l'Atalanta
Percassi balla sulla musica dei Queen

Vi abbiamo trasmesso in diretta la presentazione dell'Atalanta ai suoi tifosi allo stadio Comunale. È stato un grande successo, sia quello relativo ai collegamenti sul sito www.ecodibergamo.it, sia quello della festa alla squadra nerazzurra, abbracciata da circa 5 mila persone entusiaste che hanno invaso tutti i settori della tribuna. Per garantire che loro ci saranno sempre e aiuteranno l'Atalanta a risalire subito in serie A.

È stato questo il motivo trainante della presentazione, circa 40' condotti sul palco, proprio a ridosso della tribuna, da Lucia Blini, giornalista di Italia 1, e da Filippo Cassarino, di Radio Number One. «Unico obiettivo: la serie A», così recitava lo striscione sul palco.

E se i giocatori avranno la carica dei tifosi e quella del presidente Antonio Percassi che, al momento della presentazione all'americana, è entrato in scena ballando scatenato sulle note di «We Will Rock You» dei Queen, possiamo essere sicuri che l'Atalanta centrerà subito la promozione.

Percassi, che ha sfoderato anche una frase in dialetto («An gha de turnà so' sobet»), ha sottolineato a gran voce: «Vi ringrazio per essere qui, dovrete sempre riempire lo stadio, perché tutte le squadre dovranno avere paura di venire a giocare a Bergamo».

Le note di «Satisfaction» dei Rolling Stones hanno invece accolto l'entrata in scena di mister Stefano Colantuono, a cui i supporter nerazzurri hanno dedicato uno striscione eloquente: «Mister, mettiamo da parte ogni incomprensione. Obiettivo comune la promozione». E lui, l'allenatore, ha commentato: «Non me l'aspettavo, vi ringrazio di cuore. Speriamo di ripartire da dove ci eravamo lasciati».

Parola anche a due bandiere. Gianpaolo Bellini: «Se noi giocatori avremo soltanto un briciolo del vostro entusiasmo, sono sicuro che quest'anno ci divertiremo». Cristiano Doni ha confessato: «Ogni volta mi emoziono come la prima volta, ho la pelle d'oca. A come Atalanta. Voi ci darete la carica, sappiamo che dobbiamo farci perdonare la retrocessione. La serie B non appartiene alla storia della squadra, del club e di Bergamo. Meritate di più».

Subito dopo la presentazione la comitiva nerazzurra è partita per l'Hotel Milano di Bratto, dov'è in programma il pranzo e il primo pomeriggio di riposo. Alle 16,30 primo allenamento dell'anno sul campo di Rovetta.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata