Domenica 17 Ottobre 2010

Comark, più facile del previsto
Ozzano battuto per 101-71

Per la Comark più facile del previsto. Non è che alla vigilia i trevigliesi non avessero i pronostici dalla loro parte: non prevedibile, magari, lo scarto di 30 punti inflitto agli avversari che hanno tenuto testa ai locali soltanto sino al segnale del riposo. Per tutti i dieci giocatori utilizzati da Lottici c'è stata, come si suol dire, gloria.

Pensare che all'inzio della terza frazione si son visti contemporaneamente in campo quattro dei cinque under in organico, Planezio, Gotti, Marulli e Milani unitamente alla «chioccia» Zanella e con il pari ruolo, il ventenne Borra in panchina. E pure con gli applauditi babies sul parquet la Comark è riuscita a tenere alto il vantaggio (79-57 il punteggio).

Certo quando si vince così agevolmente non è facile stabilire quali siano stati i meriti di capitan Reati e compagni e quali i demeriti degli antagonisti. Scegliamo la via diplomatica: la Comark ha giostrato su buoni livelli con Ozzano che non ha saputo esprimersi al meglio.

I parziali: primo tempo perfetta equità 22-22; secondo 46-41; terzo 72-56; quarto 101-71. Tralasciamo la graduatoria dei migliori, considerato il tipo di match in questione, preferendo assegnare un 8 all'intero collettivo. In ogni caso ad usufruire, in termini sostanziali del successo, è la classifica che vede il team del presidente Piervincenco Mazza con 6 punti, figli delle tre vittorie (Recanati a “tavolino”, Omegna, Ozzano) su quattro partite, sin qui, disputate. Prossimo impegno, domenica 24 in quel di Trieste.

Comark-Ozzano 101-71
Comark: Marulli 3, Planezio 7, Borra 8, Reati 16, Vitale 14, Milani 5, Marino 24, Zanella 9, De Min 10, Gotti 5. All. Lottici
Ozzano: Canelo 10, Grillo, Malagoli 5, Negri 2, Fontecchio 12, Vitali 11, Antrops 3, Sanguinetti 14, Gazzotti 12, Monzecchi 2. All. Tucci

Arbitri: Cherbaucich e Degobbis

Arturo Zambaldo  

r.clemente

© riproduzione riservata